Arcidiocesi di Saint Andrews ed Edimburgo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Saint Andrews ed Edimburgo
Archidioecesis Sancti Andreae et Edimburgensis
Chiesa latina
St Mary's Metropolitan Cathedral Edinburgh.jpg
Coat of Arms of the Roman Catholic Archdiocese of Edinburgh.svg  
Diocesi suffraganee
Aberdeen, Argyll e Isole, Dunkeld, Galloway
Arcivescovo metropolita e primate Leo William Cushley
Arcivescovi emeriti cardinale Keith Michael Patrick O'Brien
Sacerdoti 120 di cui 76 secolari e 44 regolari
965 battezzati per sacerdote
Religiosi 52 uomini, 93 donne
Diaconi 4 permanenti
Abitanti 1.533.000
Battezzati 115.900 (7,6% del totale)
Superficie 5.504 km² in Scozia
Parrocchie 113
Erezione 13 ottobre 1653
Rito romano
Cattedrale Santa Maria
Indirizzo 113 Whitehouse Loan, Edinburgh EH9 1BB, Scotland, Great Britain
Sito web www.archdiocese-edinburgh.com
Dati dall'Annuario Pontificio 2013 * *
Chiesa cattolica in Scozia
Rovine della cattedrale di Saint Andrews

L'arcidiocesi di Saint Andrews ed Edimburgo (in latino: Archidioecesis Sancti Andreae et Edimburgensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2012 contava 115.900 battezzati su 1.533.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Leo William Cushley.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende la città di Edimburgo, e le seguenti aree della Scozia: Scottish Borders, East Lothian, Midlothian, West Lothian, Falkirk; parte di Stirling e di Fife; infine comprende, nel Dunbartonshire Orientale, le parrocchie di Lennoxtown, Milton e di Campsie Torrance, e nel Lanarkshire Settentrionale la parrocchia di Kilsyth.

Sede arcivescovile è la città di Edimburgo, dove si trova la cattedrale di Santa Maria.

Il territorio è suddiviso in 113 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il monastero di Saint Andrews fu fondato attorno alla metà dell'VIII secolo, probabilmente durante il regno di Óengus I, re dei Pitti. Esso divenne ben presto sede di un abate-vescovo, il più importante della Scozia. Primo vescovo conosciuto è Fothad.

Nel 1300 la diocesi comprendeva all'incirca 232 chiese parrocchiali, suddivise in due arcidiaconati e otto decanati territoriali:

  • arcidiaconato di Saint Andrews, con i decanati di Angus, Fife, Fothriff, Gowrie e Mearns;
  • arcidiaconato di Lothian, con i decanati di Haddington, Linlithgow e Merse.

Il 17 agosto 1472 la diocesi fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Triumphans Pastor Aeternus di papa Sisto IV; essa aveva 8 diocesi suffraganee: Aberdeen, Brechin, Caithness, Dunblane, Dunkeld, Moray, Orcadi e Ross.

L'ultimo arcivescovo cattolico di Saint Andrews fu John Hamilton, deceduto nel 1571. Gli successe John Douglas che ruppe la comunione con la Santa Sede ed instaurò la serie dei vescovi della Chiesa episcopale scozzese. L'arcidiocesi episcopale di Saint Andrews fu soppressa nel 1688.

La prefettura apostolica di Scozia fu eretta da papa Innocenzo X il 13 ottobre 1653. Innocenzo XII elevò la prefettura apostolica a vicariato apostolico il 16 marzo 1694.

Il 23 luglio 1727 il vicariato si divise dando origine al vicariato apostolico del Distretto degli Altopiani e alla presente circoscrizione, che assunse il nome di vicariato apostolico del Distretto della Pianura (Lowland District of Scotland).

Il 13 febbraio 1827 con il breve Quanta laetitia di papa Leone XII esso fu diviso nuovamente dando origine al vicariato apostolico del Distretto Occidentale e alla presente circoscrizione, che mutò il nome in vicariato apostolico del Distretto Orientale (Eastern District of Scotland).

L'arcidiocesi fu ripristinata con il nome attuale il 4 marzo 1878 con la bolla Ex supremo Apostolatus di papa Leone XIII.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Vescovi prima della Riforma[modifica | modifica sorgente]

  • Fothad I †
  • Cellach I †
  • Máel Ísu I †
  • Cellach II †
  • Máel Muire †
  • Máel Ísu II †
  • Ailín †
  • Máel Dúin †
  • Túathal †
  • Fothad II †
  • Gregory (o Giric) †
  • Cathróe †
  • Turgot † (1109 - 31 marzo 1115 deceduto)
  • Eadmer † (1117 o 1120 eletto)
  • Robert † (1122 - 1159 deceduto)
  • Ernald † (1160 - settembre 1162 deceduto)
  • Richard the Chaplain † (1163 - 5 maggio 1175 deceduto)
  • Hugh † (1178 - 4 agosto 1188 deceduto)
  • Roger de Beaumont † (1189 - 7 luglio 1202 deceduto)
  • William de Malvoisin, O.F.M. † (1202 - 1238 deceduto)
  • David de Bernham † (1239 - maggio1253 deceduto)
  • Abel de Gullane † (20 febbraio 1254 - 1254 deceduto)
  • Gamelin † (1º luglio 1255 - 1271 deceduto)
  • William Wishart † (15 maggio 1273 - 28 maggio 1279 deceduto)
  • William Fraser † (21 maggio 1280 - 20 agosto 1297 deceduto)
  • William de Lamberton † (17 giugno 1298 - 1328 deceduto)
  • James Bane † (1º agosto 1328 - 22 settembre 1332 deceduto)
    • Sede vacante (1332-1342)
  • William de Landallis † (18 febbraio 1342 - 15 ottobre 1385 deceduto)
  • Walter Trail † (29 novembre 1385 - 1401 deceduto)
  • Henry Wardlaw † (10 settembre 1403 - 9 aprile 1440 deceduto)
  • James Kennedy † (28 maggio 1440 - 10 maggio 1465 deceduto)
  • Patrick Graham † (15 dicembre 1465 - 1476 deposto)
  • William Scheves † (13 settembre 1476 - 28 gennaio 1497 deceduto)
  • James Stewart † (20 settembre 1497 - 1503 deceduto)
  • Alexander Stewart † (10 maggio 1504 - 9 settembre 1513 deceduto)
  • Andrew Forman † (13 novembre 1514 - 1522 deceduto)
  • James Beaton † (10 ottobre 1522 - 1539 deceduto)
    • David Beaton † (1539 succeduto - 29 maggio 1546 deceduto) (amministratore apostolico)
  • John Hamilton † (28 novembre 1547 - aprile 1571 deceduto)[1]

Vescovi dopo la Riforma[modifica | modifica sorgente]

  • William Ballantine † (13 ottobre 1653 - 2 settembre 1661 deceduto)
  • Alexander Winchester † (12 giugno 1662 - luglio 1693 dimesso)
  • Thomas Nicolson † (7 settembre 1694 - 12 ottobre 1718 deceduto)
  • James Gordon † (12 ottobre 1718 succeduto - 18 febbraio 1746 deceduto)
  • Alexander Smith † (18 febbraio 1746 succeduto - 21 agosto 1767 deceduto)
  • James Grant † (21 agosto 1767 succeduto - 3 dicembre 1778 deceduto)
  • George Hay † (3 dicembre 1778 succeduto - 24 agosto 1805 ritirato)
  • Alexander Cameron † (24 agosto 1805 succeduto - 20 agosto 1825 ritirato)
  • Alexander Paterson † (20 agosto 1825 succeduto - 30 ottobre 1831 deceduto)
  • Andrew Carruthers † (28 settembre 1832 - 24 maggio 1852 deceduto)
  • James Gillies † (24 maggio 1852 succeduto - 24 febbraio 1864 deceduto)
  • John Menzies Strain † (2 settembre 1864 - 2 luglio 1883 deceduto)
  • William Smith † (2 ottobre 1885 - 16 marzo 1892 deceduto)
  • Angus McDonald † (15 luglio 1892 - 29 aprile 1900 deceduto)
  • James August Smith † (30 agosto 1900 - 25 novembre 1928 deceduto)
  • Andrew Thomas (Joseph) McDonald † (19 luglio 1929 - 22 maggio 1950 deceduto)
  • Gordon Joseph Gray † (20 giugno 1951 - 30 maggio 1985 ritirato)
  • Keith Michael Patrick O'Brien (30 maggio 1985 - 18 febbraio 2013 ritirato)
  • Leo William Cushley, dal 24 luglio 2013

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2012 su una popolazione di 1.533.000 persone contava 115.900 battezzati, corrispondenti al 7,6% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1949 95.157 600.000 15,9 243 167 76 391 78 353 74
1969 126.000 1.339.472 9,4 262 176 86 480 161 405 99
1980 130.000 1.377.000 9,4 238 165 73 546 113 371 111
1990 120.560 1.413.000 8,5 190 131 59 634 83 263 100
1999 112.652 1.356.000 8,3 165 116 49 682 1 62 177 95
2000 112.652 1.360.000 8,3 166 114 52 678 1 64 180 94
2001 112.590 1.365.000 8,2 166 114 52 678 1 62 171 94
2002 112.885 1.392.300 8,1 156 109 47 723 1 59 166 108
2003 112.200 1.420.146 7,9 149 107 42 753 1 53 162 108
2004 112.978 1.434.347 7,9 135 99 36 836 1 46 157 106
2010 115.090 1.510.540 7,6 140 96 44 822 4 50 109 113
2012 115.900 1.533.000 7,6 120 76 44 965 4 52 93 113

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il 4 settembre 1551 fu eletto vescovo con diritto di successione Gavin Hamilton, morto in carcere nel 1570.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi