Arcidiocesi di Nyeri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Nyeri
Archidioecesis Nyeriensis
Chiesa latina
Nyeri katedral.jpg
Diocesi suffraganee
Embu, Maralal, Marsabit, Meru, Muranga, Nyahururu
Arcivescovo metropolita Peter J. Kairo
Sacerdoti 104 di cui 100 secolari e 4 regolari
4.585 battezzati per sacerdote
Religiosi 5 uomini, 177 donne
Abitanti 790.327
Battezzati 476.870 (60,3% del totale)
Superficie 7.823 km² in Kenya
Parrocchie 28
Erezione 14 settembre 1905
Rito romano
Indirizzo P.O. Box 288, Nyeri, Kenya
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Kenya

L'arcidiocesi di Nyeri (in latino: Archidioecesis Nyeriensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2004 contava 476.870 battezzati su 790.327 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Peter J. Kairo.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende parte della Provincia centrale in Kenya.

Sede arcivescovile è la città di Nyeri, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora della Consolata.

Il territorio è suddiviso in 28 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La missione sui iuris del Kenya fu eretta 14 settembre 1905, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico di Zanguebar settentrionale (oggi arcidiocesi di Nairobi).

Il 12 luglio 1909 la missione sui iuris fu elevata a vicariato apostolico con il breve Supremi Apostolatus di papa Pio X.

Il 10 marzo 1926 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Meru (oggi diocesi) e contestualmente cambiò il proprio nome in vicariato apostolico di Nyeri.

Il 25 marzo 1953 il vicariato apostolico fu elevato a diocesi con la bolla Quemadmodum ad Nos di papa Pio XII.

Il 25 novembre 1964 e il 17 marzo 1983 cedette altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Marsabit e di Muranga.

Il 21 maggio 1990 è stata ancora elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Cum in Keniana di papa Giovanni Paolo II.

Il 5 dicembre 2002 ha ceduto un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Nyahururu.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Filippo Perlo † (15 luglio 1909 - 18 novembre 1925 dimesso)
  • Giuseppe Perrachon † (4 gennaio 1926 - 18 ottobre 1930 dimesso)
  • Carlo Re † (14 dicembre 1931 - novembre 1946 dimesso)
  • Charles (Carlo) Maria Cavallera † (19 giugno 1947 - 25 novembre 1964 nominato vescovo di Marsabit)
  • Caesar Gatimu † (25 novembre 1964 - 20 febbraio 1987 deceduto)
  • Nicodemus Kirima † (12 marzo 1988 - 27 novembre 2007 deceduto)
  • Peter J. Kairo, dal 19 aprile 2008

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 790.327 persone contava 476.870 battezzati, corrispondenti al 60,3% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 40.180 750.000 5,4 52 8 44 772 67 142 19
1969 293.000 1.497.000 19,6 89 31 58 3.292 96 242 33
1980 620.000 1.658.000 37,4 86 36 50 7.209 82 207 40
1990 514.427 1.138.085 45,2 70 56 14 7.348 52 149 27
1999 534.786 1.179.786 45,3 100 86 14 5.347 57 195 48
2000 556.449 1.180.964 47,1 105 91 14 5.299 59 171 54
2001 658.502 1.867.606 35,3 116 102 14 5.676 64 170 53
2002 733.950 1.924.264 38,1 110 100 10 6.672 56 169 53
2003 476.870 790.327 60,3 104 100 4 4.585 5 177 28
2004 476.870 790.327 60,3 104 100 4 4.585 5 177 28

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi