Arcidiocesi di La Paz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di La Paz
Archidioecesis Pacensis in Bolivia
Chiesa latina
Catedral Metropolitana de La Paz.JPG
  Bolivia - Arcidiocesi di La Paz.png
Diocesi suffraganee
Corocoro, Coroico, El Alto
Arcivescovo metropolita Edmundo Luis Flavio Abastoflor Montero
Ausiliari Aurelio Pesoa Ribera, O.F.M.,
Jorge Ángel Saldías Pedraza, O.P.
Sacerdoti 153 di cui 62 secolari e 91 regolari
8.450 battezzati per sacerdote
Religiosi 152 uomini, 332 donne
Diaconi 3 permanenti
Abitanti 1.474.150
Battezzati 1.292.872 (87,7% del totale)
Superficie 10.975 km² in Bolivia
Parrocchie 53
Erezione 4 luglio 1605
Rito romano
Indirizzo Calle Ballivian 1277, Casilla 259, La Paz, Bolivia
Sito web www.arzobispadolapaz.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2005 * *
Chiesa cattolica in Bolivia

L'arcidiocesi di La Paz (in latino: Archidioecesis Pacensis in Bolivia) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2004 contava 1.292.872 battezzati su 1.474.150 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Edmundo Luis Flavio Abastoflor Montero.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende nove province del dipartimento boliviano di La Paz.

Sede arcivescovile è la città di La Paz, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora della Pace.

Il territorio è suddiviso in 53 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi di La Paz fu eretta il 4 luglio 1605, ricavandone il territorio dalla diocesi di La Plata o Charcas (oggi arcidiocesi di Sucre). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Lima.

Il 20 luglio 1609 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di La Plata o Charcas.

Nel 1610 fu istituito il seminario diocesano, dedicato a san Girolamo. Il seminario visse alterne vicissitudini, nel XIX secolo sarà chiuso e riaperto dall'autorità civile per ben quattro volte.

Il 18 giugno 1943 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Ad Spirituale Bonum di papa Pio XII.

Il 25 dicembre 1949, il 7 novembre 1958 e il 25 giugno 1994 ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle prelature territoriali di Corocoro e di Coroico (oggi diocesi) e della diocesi di El Alto.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Domingo Valderrama y Centeno, O.P. † (28 maggio 1608 - 1615 deceduto)
  • Pedro de Valencia † (30 luglio 1617 - 1631 deceduto)
  • Feliciano de la Vega Padilla † (5 settembre 1633 - 22 marzo 1639 nominato arcivescovo di Città del Messico)
  • Alonso de Franco y Luna † (30 maggio 1639 - 1645 deceduto)
    • Francisco de la Serna, O.S.A. † (21 agosto 1645 - aprile 1647 deceduto) (vescovo eletto)
  • Luis Antonio de Castro y Castillo † (13 gennaio 1648 - 7 ottobre 1653 deceduto)
  • Martín Velasco y Molina † (14 maggio 1655 - 1662 deceduto)
    • Martín de Monsalvo, O.S.A. † (21 luglio 1664 - ?) (vescovo eletto)
    • Bernardino de Cárdenas Ponce, O.F.M.Obs. † (1666 - 1668 deceduto) (vescovo eletto)
  • Gabriel de Guilléstegui, O.F.M.Obs. † (1º settembre 1670 - 1677 deceduto)
    • Sede vacante (1677-1680)
    • Juan Pérez de Corcha † (22 gennaio 1680 - 1680 deceduto) (vescovo eletto)
  • Juan Queipo de Llano y Valdés † (23 settembre 1680 - 19 aprile 1694 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • Bernardo de Carrasco y Saavedra, O.P. † (19 luglio 1694 - 24 agosto 1697 deceduto)
    • Sede vacante (1697-1702)
  • Nicolás Urbano de Mata y Haro † (12 maggio 1702 - 29 dicembre 1704 deceduto)
    • Sede vacante (1704-1708)
  • Diego Morcillo Rubio de Suñón de Robledo, O.SS.T. † (14 maggio 1708 - 21 marzo 1714 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • Mateo Panduro y Villafañe, O.C.D. † (1º ottobre 1714 - 21 marzo 1722 deceduto)
  • Alejo Fernando de Rojas y Acevedo † (30 agosto 1723 - 1730 deceduto)
  • Agustín Rodríguez Delgado † (17 dicembre 1731 - 22 gennaio 1742 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • Salvador Bermúdez y Becerra † (28 febbraio 1742 - 14 giugno 1746 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • José de Peralta Barrionuevo y Rocha Benavídez, O.P. † (14 giugno 1746 - 17 novembre 1746 deceduto)
  • Matias de Ibáñez † (4 settembre 1747 - 25 agosto 1751 deceduto)
  • Diego Antonio de Parada † (18 dicembre 1752 - 25 gennaio 1762 nominato arcivescovo di Lima)
  • Gregorio Francisco de Campos † (4 maggio 1764 - 22 dicembre 1789 deceduto)
  • Alejandro José de Ochoa † (11 aprile 1791 - 5 maggio 1796 deceduto)
  • Remigio de La Santa y Ortega † (24 luglio 1797 - 10 agosto 1816 dimesso)
  • Antonio Sánchez Matas, O.F.M.Obs. † (21 dicembre 1818 - 28 aprile 1827 dimesso)
  • José María de Mendizábal † (15 dicembre 1828 - 24 luglio 1835 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • Francisco León de Aguirre † (19 maggio 1837 - 13 luglio 1840 nominato vescovo di Santa Cruz de la Sierra)
    • José Manuel Fernández de Córdoba y Meló † (13 luglio 1840 - 4 marzo 1841 deceduto) (vescovo eletto)
  • José Manuel de Yndaburo † (22 giugno 1843 - dicembre 1844 deceduto)
    • Sede vacante (1844-1848)
    • Miguel de Orozco † (20 gennaio 1848 - 1849 deceduto) (vescovo eletto)
  • Mariano Fernández de Córdoba † (10 aprile 1851 - 2 maggio 1868 deceduto)
  • Calisto Clavijo † (24 settembre 1868 - 27 aprile 1874 dimesso)
  • Juan de Dios Bosque † (4 maggio 1874 - 9 maggio 1890 deceduto)
  • Juan José Baldivia † (1º giugno 1891 - 5 ottobre 1899 deceduto)
  • Nicolás Armentia Ugarte, O.F.M.Rec. † (12 novembre 1901 - 24 novembre 1909 deceduto)
  • Manuel José Pena † (24 ottobre 1911 - 1913 deceduto)
    • Sede vacante (1913-1916)
  • Dionisio Ávila † (27 gennaio 1916 - 3 luglio 1919 deceduto)
  • Celestino Loza † (20 giugno 1920 - 21 gennaio 1921 deceduto)
    • Sede vacante (1921-1924)
  • Augusto Sieffert, C.SS.R. † (15 novembre 1924 - 24 febbraio 1934 dimesso)
    • Sede vacante (1934-1938)
  • Abel Isidoro Antezana y Rojas, C.M.F. † (16 gennaio 1938 - 5 aprile 1967 ritirato)
  • Jorge Manrique Hurtado † (27 luglio 1967 - 24 febbraio 1987 ritirato)
  • Luis Sáinz Hinojosa, O.F.M. (24 febbraio 1987 - 31 luglio 1996 dimesso)
  • Edmundo Luis Flavio Abastoflor Montero, dal 31 luglio 1996

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2004 su una popolazione di 1.474.150 persone contava 1.292.872 battezzati, corrispondenti all'87,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 980.000 1.000.000 98,0 134 48 86 7.313 102 234 122
1966 850.000 1.000.000 85,0 180 49 131 4.722 195 314 77
1968 800.000 1.200.000 66,7 207 57 150 3.864 165 457 492
1976 1.429.750 1.505.000 95,0 198 60 138 7.220 7 183 355 74
1980 1.628.000 1.809.000 90,0 187 57 130 8.705 10 176 368 74
1990 2.286.000 2.504.000 91,3 194 57 137 11.783 16 291 237 86
1999 860.000 974.000 88,3 140 58 82 6.142 3 122 263 54
2000 937.400 1.061.600 88,3 134 56 78 6.995 3 128 270 55
2001 1.021.766 1.160.683 88,0 149 68 81 6.857 3 135 290 55
2002 1.109.978 1.265.145 87,7 156 72 84 7.115 3 136 300 55
2003 1.206.769 1.369.645 88,1 144 64 80 8.380 3 131 310 53
2004 1.292.872 1.474.150 87,7 153 62 91 8.450 3 152 332 53

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi