Arcidiocesi di Kisumu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Kisumu
Archidioecesis Kisumuensis
Chiesa latina
Diocesi suffraganee
Bungoma, Eldoret, Homa Bay, Kakamega, Kisii, Kitale, Lodwar
Arcivescovo metropolita Zacchaeus Okoth
Sacerdoti 56 di cui 44 secolari e 12 regolari
7.698 battezzati per sacerdote
Religiosi 30 uomini, 185 donne
Abitanti 2.061.628
Battezzati 431.120 (20,9% del totale)
Superficie 6.419 km² in Kenya
Parrocchie 33
Erezione 15 luglio 1925
Rito romano
Indirizzo P.O. Box 1728, Kisumu, Kenya
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Kenya

L'arcidiocesi di Kisumu (in latino: Archidioecesis Kisumuensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 431.120 battezzati su 2.061.628 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Zacchaeus Okoth.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende i distretti civili di Kisumu, Bondo e Nyandoand Siaya nella provincia di Nyanza in Kenya.

Sede arcivescovile è la città di Kisumu, dove si trova la cattedrale di Santa Teresa.

Il territorio è suddiviso in 33 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prefettura apostolica di Kavirondo fu eretta il 15 luglio 1925 con il breve Ut aucto di papa Pio XI, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico del Nilo superiore (oggi arcidiocesi di Tororo).

Il 27 maggio 1932 in forza del breve Cum non sine dello stesso papa Pio XI la prefettura apostolica fu elevata a vicariato apostolico e contestualmente assunse il nome di vicariato apostolico di Kisumu.

Il 25 marzo 1953 il vicariato apostolico fu ulteriormente elevato a diocesi con la bolla Quemadmodum ad Nos di papa Pio XII. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Nairobi.

Successivamente cedette a più riprese porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione di nuove circoscrizioni ecclesiastiche e precisamente:

Il 21 maggio 1990 la diocesi è stata ancora elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Si quidem secundum di papa Giovanni Paolo II.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Gorgonio Brandsma, M.H.M. † (2 dicembre 1925 - 20 giugno 1935 deceduto)
  • Nicolas Stam, M.H.M. † (9 marzo 1936 - 9 aprile 1948 dimesso)
  • Frederick Hall, M.H.M. † (9 aprile 1948 - 2 dicembre 1963 dimesso)
  • Joannes de Reeper, M.H.M. † (16 gennaio 1964 - 20 marzo 1976 ritirato)
  • Philip Sulumeti (9 dicembre 1976 - 28 febbraio 1978 nominato vescovo di Kakamega)
  • Zacchaeus Okoth, dal 27 febbraio 1978

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 2.061.628 persone contava 431.120 battezzati, corrispondenti al 20,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 227.695 2.300.000 9,9 96 6 90 2.371 118 33
1970 454.960 2.230.330 20,4 170 105 65 2.676 83 295 41
1980 207.430 1.028.053 20,2 34 8 26 6.100 34 113 17
1990 308.000 1.168.000 26,4 45 23 22 6.844 54 129 23
1999 360.000 1.700.000 21,2 49 34 15 7.346 30 166 25
2000 369.825 1.700.000 21,8 45 34 11 8.218 27 143 25
2001 368.577 1.713.000 21,5 51 41 10 7.227 20 165 25
2002 339.691 1.700.000 20,0 51 41 10 6.660 21 177 25
2003 350.596 1.523.253 23,0 55 45 10 6.374 25 148 27
2004 371.631 1.871.631 19,9 51 41 10 7.286 26 165 30
2006 431.120 2.061.628 20,9 56 44 12 7.698 30 185 33

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi