Arcidiocesi di Hermosillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
arcidiocesi di Hermosillo
Archidioecesis Hermosillensis
Chiesa latina
CathHillo1.JPG
Regione ecclesiastica Noroeste
Diocesi suffraganee
Ciudad Obregón, Culiacán
Arcivescovo metropolita José Ulises Macías Salcedo
Arcivescovi emeriti Carlos Quintero Arce
Sacerdoti 121 di cui 113 secolari e 8 regolari
8.293 battezzati per sacerdote
Religiosi 13 uomini, 135 donne
Diaconi 1 permanenti
Abitanti 1.100.322
Battezzati 1.003.489 (91,2% del totale)
Superficie 90.959 km² in Messico
Parrocchie 58
Erezione 7 maggio 1779
Rito romano
Indirizzo Apartado 1, Dr. Paliza 81, 83260 Hermosillo, Son., México
Sito web www.arquidiocesishermosillo.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in Messico

L'arcidiocesi di Hermosillo (in latino: Archidioecesis Hermosillensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica appartenente alla regione ecclesiastica Noroeste. Nel 2006 contava 1.003.489 battezzati su 1.100.322 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo José Ulises Macías Salcedo.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende la parte settentrionale dello stato messicano di Sonora.

Sede arcivescovile è la città di Hermosillo, dove si trova la cattedrale dell'Assunzione di Maria Vergine.

Il territorio si estende su 89.126 km² ed è suddiviso in 58 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'evangelizzazione della regione fu compiuta da padre Niza che accompagnò audacemente gli esploratori e i conquistatori spagnoli. Gli spagnoli si insediarono in diverse località ed evangelizzarono numerose tribù della regione all'inizio del XVII secolo. I gesuiti, a cui era affidato il compito di convertire la gente di queste terre al Cristianesimo, fondarono le famose missioni di Río Yaqui, Río Mayo e di Pimeria. Si distinse fra loro il sacerdote italiano Eusebio Francesco Chini, chiamato padre Kino. Nel 1767 i gesuiti furono espulsi e dovettero abbandonare le ben avviate missioni che si estendevano su un vastissimo territorio.

La diocesi di Sonora fu eretta il 9 maggio 1779 con la bolla Immensa divinae pietatis di papa Pio VI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Durango (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Città del Messico e la residenza vescovile era ad Arizpe. In seguito agli scontri con gli indios la sede fu trasferita prima ad Álamos e successivamente a Culiacán.

Il 27 aprile 1840 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi della California (oggi diocesi di Monterey).

Il 23 giugno 1863 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Guadalajara.

Il 24 maggio 1883 cedette un'altra porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Sinaloa (oggi diocesi di Culiacán) e contestualmente la residenza vescovile fu trasferita a Hermosillo.

Il 23 giugno 1891 in forza della bolla Illud in primis di papa Leone XIII entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Durango.

Il 20 giugno 1959 cedette un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Ciudad Obregón.

Il 1º settembre dello stesso anno assunse il nome di diocesi di Hermosillo per effetto del decreto Quum Apostolicis della Congregazione Concistoriale.

Il 13 luglio 1963 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Mexicana natio di papa Paolo VI.

Il 25 marzo 1966 ha ceduto ancora una porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Mexicali.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Antonio María de los Reyes Almada, O.F.M. † (11 dicembre 1780 - 6 marzo 1787 deceduto)
  • José Joaquín Granados y Gálvez, O.F.M. † (10 marzo 1788 - 21 febbraio 1794 nominato vescovo di Durango)
  • J. Damián Martínez de Galinsonga, O.F.M. † (21 febbraio 1794 - 18 dicembre 1795 nominato vescovo di Tarazona)
  • Francisco Rousset de Jesús y Rosas, O.F.M. † (24 luglio 1797 - 29 dicembre 1814 deceduto)
  • Bernardo del Espíritu Santo Martínez y Ocejo, O.C.D. † (14 aprile 1817 - 23 luglio 1825 deceduto)
  • Ángel Mariano de Morales y Jasso † (2 luglio 1832 - 24 febbraio 1836 dimesso)
  • José Lázaro de la Garza y Ballesteros † (19 marzo 1837 - 20 settembre 1850 nominato arcivescovo di Città del Messico)
  • Pedro José de Jesús Loza y Pardavé † (18 marzo 1852 - 22 giugno 1868 nominato arcivescovo di Guadalajara)
  • Gil Alamán y García Castrillo † (28 giugno 1868 - 8 gennaio 1869 dimesso)
  • José de Jesús María Uriarte y Pérez † (25 giugno 1869 - 15 marzo 1883 nominato vescovo di Sinaloa)
  • Jesús María Rico y Santoyo, O.F.M. † (15 marzo 1883 - 11 agosto 1884 deceduto)
  • Herculano López de la Mora † (26 maggio 1887 - 6 aprile 1902 deceduto)
  • Ignacio Valdespino y Díaz † (9 settembre 1902 - 9 gennaio 1913 nominato vescovo di Aguascalientes)
  • Juan María Navarrete y Guerrero † (24 gennaio 1919 - 13 agosto 1968 ritirato)
  • Carlos Quintero Arce (18 agosto 1968 succeduto - 20 agosto 1996 ritirato)
  • José Ulises Macías Salcedo, dal 20 agosto 1996

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 1.100.322 persone contava 1.003.489 battezzati, corrispondenti al 91,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1948 324.000 360.000 90,0 31 31 10.451 85 29
1966 348.000 353.000 98,6 56 56 6.214 12 103 21
1968 374.220 378.000 99,0 59 59 6.342 11 110 21
1976 498.110 508.360 98,0 72 72 6.918 7 161 34
1980 572.000 590.000 96,9 81 80 1 7.061 8 130 37
1990 882.000 922.000 95,7 77 75 2 11.454 1 8 150 58
1999 1.932.000 1.992.229 97,0 118 115 3 16.372 1 9 135 58
2000 1.932.000 1.992.400 97,0 122 112 10 15.836 1 16 143 58
2001 1.020.000 1.052.240 96,9 133 122 11 7.669 1 15 95 59
2002 955.567 1.052.240 90,8 113 99 14 8.456 1 18 150 57
2003 955.567 1.052.240 90,8 128 115 13 7.465 1 18 142 57
2004 970.318 1.067.051 90,9 112 104 8 8.663 1 13 142 55
2006 1.003.489 1.100.322 91,2 121 113 8 8.293 1 13 135 58

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi