Arcidiocesi di Guangzhou

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Guangzhou
Archidioecesis Coamceuvensis
Chiesa latina
Sacré-Cœur de Shizhi.jpg
Diocesi suffraganee
Beihai, Hong Kong, Jiangmen, Meixian, Shantou, Shaoguan
Titolare sede vacante
Ultimo titolare
ufficialmente riconosciuto dalla Santa Sede
Dominic Deng Yi-ming
nel 27 giugno 1995
Superficie 43.332 km² in Cina
Erezione 11 maggio 1848
Rito romano
Indirizzo Catholic Mission She-Se, Guangzhou, Guangdong, China
Dati dall'Annuario Pontificio 2002 riferiti al 1950 * *
Chiesa cattolica in Cina

L'arcidiocesi di Guangzhou (in latino: Archidioecesis Coamceuvensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 1949 contava 20.346 battezzati su 4.800.000 abitanti. È attualmente sede vacante.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende parte della provincia cinese del Guangdong.

Sede arcivescovile è la città di Guangzhou, dove si trova la cattedrale del Sacro Cuore di Gesù, edificata tra il 1863 ed il 1888[1] e riconosciuta dal governo come monumento storico nazionale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il vicariato apostolico di Guangdong-Guangxi fu eretto l'11 maggio 1848, ricavandone il territorio dalla diocesi di Macao.

Il 6 agosto 1875 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Guangxi (oggi arcidiocesi di Nanning) e contestualmente assunse il nome di vicariato apostolico di Guangdong.

Il 6 aprile 1914 cedette un'altra porzione di territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Chaozhou (oggi diocesi di Shantou) e per effetto del breve Ecclesiarum omnium di papa Pio X cambiò ancora nome in vicariato apostolico di Guangzhou (Canton).

Successivamente, cedette a più riprese ulteriori porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione di nuove circoscrizioni ecclesiastiche, e precisamente:

L'11 aprile 1946 il vicariato apostolico è stato elevato ad arcidiocesi metropolitana con la bolla Quotidie Nos di papa Pio XII.

Nel 1981 l'amministratore apostolico Dominique Tang Yeeming, in cura ad Hong Kong, fu nominato da papa Giovanni Paolo II arcivescovo di Guangzhou[2], cosa che però gli impedì di rientrare in Cina; visse in esilio a Hong Kong fino alla sua morte, il 27 giugno 1995.[3]

Nel maggio del 2001 è deceduto il vescovo "ufficiale" James Lin Bingliang e la diocesi è rimasta vacante fino al 2007, quando fu consacrato vescovo, con il benestare della Santa Sede, monsignor Joseph Gan Junqiu, ordinato il 4 dicembre.[4]

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

La cattedra arcivescovile
  • François-Napoléon Libois, M.E.P. † (11 maggio 1848 - ottobre 1853 dimesso)
  • Philippe François Zéphirin Guillemin, M.E.P. † (16 novembre 1853 - 5 aprile 1886 deceduto)
  • Augustin Chausse, M.E.P. † (5 aprile 1886 succeduto - 12 ottobre 1900 deceduto)
  • Jean-Marie Mérel, M.E.P. † (20 aprile 1901 - 6 agosto 1914 dimesso)
  • Jean-Baptiste-Marie Budes de Guébriant, M.E.P. † (28 aprile 1916 - 21 marzo 1921 dimesso)[5]
  • Antoine-Pierre-Jean Fourquet, M.E.P. † (20 febbraio 1923 - 11 dicembre 1947 ritirato)
    • Dominic Deng Yi-ming (Tang Yee-ming), S.J. † (1º ottobre 1950 - 26 maggio 1981 nominato vescovo) (amministratore apostolico)
  • Dominic Deng Yi-ming (Tang Yee-ming), S.J. † (26 maggio 1981 - 27 giugno 1995 deceduto)
    • Sede vacante
    • Joseph Ye Yin-yun † (21 gennaio 1962 consacrato - 13 marzo 1990 deceduto)
    • James Lin Bingliang † (6 maggio 1990 consacrato - 25 maggio 2001 deceduto)
    • Joseph Gan Junqiu, dal 4 dicembre 2007

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 1949 su una popolazione di 4.800.000 persone contava 20.346 battezzati, corrispondenti allo 0,4% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1848 4.000  ?  ? 8 8 500
1881 26.000  ?  ? 39 5 34 666
1949 20.346 4.800.000 0,4 61 44 17 333 94 1

Secondo dati statistici riportati dall'Agenzia Fides[6], nel 2012 l'arcidiocesi comprende circa 60.000 fedeli, distribuiti in 50 fra chiese e cappelle con 17 sacerdoti e 16 seminaristi maggiori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Agenzia MepAsie del 6 febbraio 2012.
  2. ^ Nomina, AAS 73 (1981), p. 460
  3. ^ Cfr. dal sito eglasie.mepasie.org.
  4. ^ Cfr. dal sito eglasie.mepasie.org: [1] e [2].
  5. ^ Nominato superiore generale del Pontificio Istituto Missioni Estere.
  6. ^ Agenzia del 29 maggio 2012.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi