Arcidiocesi di Galveston-Houston

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Galveston-Houston
Archidioecesis Galvestoniensis-Houstoniensis
Chiesa latina
St Mary's Cathedral Basilica, Galveston.jpg
Regione ecclesiastica X (AR, OK, TX)
Roman Catholic Archdiocese of Galveston–Houston.svg Archdiocese of Galveston-Houston in Texas.jpg
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Diocesi suffraganee
Austin, Beaumont, Brownsville, Corpus Christi, Tyler, Victoria in Texas
Arcivescovo metropolita cardinale Daniel Nicholas DiNardo
Ausiliari George Arthur Sheltz
Arcivescovi emeriti Joseph Anthony Fiorenza
Sacerdoti 442 di cui 224 secolari e 218 regolari
2.552 battezzati per sacerdote
Religiosi 242 uomini, 471 donne
Diaconi 390 permanenti
Abitanti 5.572.087
Battezzati 1.128.065 (20,2% del totale)
Superficie 23.257 km² negli Stati Uniti d'America
Parrocchie 149
Erezione 1839
Rito romano
Indirizzo P.O. Box 907, 1700 San Jacinto St., Houston, TX 77001-0907
Sito web www.diogh.org
Dati dall'Annuario Pontificio 2010 * *
Chiesa cattolica negli Stati Uniti d'America

L'arcidiocesi di Galveston-Houston (in latino: Archidioecesis Galvestoniensis-Houstoniensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica appartenente alla regione ecclesiastica X (AR, OK, TX). Nel 2009 contava 1.128.065 battezzati su 5.572.087 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo cardinale Daniel Nicholas DiNardo.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende dieci contee del Texas, negli Stati Uniti d'America: Austin, Brazoria, Fort Bend, Galveston, Grimes, Harris, Montgomery, San Jacinto, Walker e Waller.

Sede arcivescovile è la città di Galveston, dove si trova la basilica cattedrale di Santa Maria (St. Mary Cathedral Basilica). A Houston si trova la concattedrale del Sacro Cuore (Sacred Heart).

Il territorio si estende su 23.257 km² ed è suddiviso in 149 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Concattedrale del Sacro Cuore, a Houston.

La prefettura apostolica del Texas fu eretta nel 1839.

Il 16 luglio 1841 con il breve Universi dominici gregis di papa Gregorio XVI la prefettura apostolica fu elevata a vicariato apostolico, che il 4 maggio 1847 fu elevato a diocesi e assunse il nome di diocesi di Galveston.

Il 19 luglio 1850 entrò nella provincia ecclesiastica di New Orleans.

Il 28 agosto 1874 cedette porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di San Antonio (oggi arcidiocesi) e del vicariato apostolico di Brownsville (oggi diocesi di Corpus Christi).

Il 15 luglio 1890 e il 15 novembre 1947 cedette altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Dallas e di Austin.

Il 25 luglio 1959 assunse il nome di diocesi di Galveston-Houston.

Il 25 giugno 1966, il 13 aprile 1982 e il 12 dicembre 1986 cedette altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione rispettivamente delle diocesi di Beaumont, di Victoria in Texas e di Tyler.

Il 29 dicembre 2004 è stata elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Cum pacis et gaudii di papa Giovanni Paolo II e le sono state assegnate come suffraganee le diocesi di Austin, di Beaumont, di Brownsville, di Corpus Christi, di Tyler e di Victoria in Texas.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • John Timon, C.M. † (12 aprile 1840 - 16 luglio 1841)[1] (prefetto senza dignità episcopale)
  • Jean Marie (John Mary) Odin, C.M. † (16 luglio 1841 - 15 febbraio 1861 nominato arcivescovo di New Orleans)
  • Claude Marie Dubuis † (21 ottobre 1862 - 4 dicembre 1892 ritirato)
    • Aloysius Meyer, C.M. † (5 luglio 1881 - ?) (amministratore apostolico eletto)
  • Nicholas Aloysius Gallagher † (16 dicembre 1892[2] - 21 gennaio 1918 deceduto)
  • Christopher Edward Byrne † (18 luglio 1918 - 1º aprile 1950 deceduto)
  • Wendelin Joseph Nold † (1º aprile 1950 - 22 aprile 1975 ritirato)
  • John Louis Morkovsky † (22 aprile 1975 - 21 agosto 1984 ritirato)
  • Joseph Anthony Fiorenza (6 dicembre 1984 - 28 febbraio 2006 ritirato)
  • Daniel Nicholas DiNardo, succeduto il 28 febbraio 2006

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2009 su una popolazione di 5.572.087 persone contava 1.128.065 battezzati, corrispondenti al 20,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 205.148 1.505.602 13,6 225 122 103 911 42 850 92
1966 386.395 2.931.000 13,2 354 166 188 1.091 110 1.200 104
1970 301.647 2.250.000 13,4 357 161 196 844 216 760 111
1976 362.511 2.660.000 13,6 378 156 222 959 80 258 500 128
1980 437.170 2.960.000 14,8 185 185 2.363 106 22 649 157
1990 646.000 3.741.000 17,3 455 207 248 1.419 183 277 607 160
1999 906.330 4.396.876 20,6 413 195 218 2.194 256 18 508 151
2000 908.190 4.442.230 20,4 437 216 221 2.078 292 261 518 151
2001 951.360 4.528.005 21,0 439 219 220 2.167 297 256 498 151
2002 974.312 4.704.532 20,7 443 217 226 2.199 300 257 503 150
2003 1.006.425 4.704.532 21,4 438 215 223 2.297 250 244 482 150
2004 1.041.123 4.972.544 20,9 437 216 221 2.382 362 254 499 150
2006 1.045.030 5.250.984 19,9 441 219 222 2.369 357 254 523 149
2009 1.128.065 5.572.087 20,2 442 224 218 2.552 390 242 471 149

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il 23 aprile 1847 nominato vescovo di Buffalo. Cfr. Eubel, vol. 8, p. 161.
  2. ^ Amministratore apostolico dal 10 gennaio 1882. Cfr. Eubel, vol. 8, pp. 178 e 282.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi