Arcidiocesi di Douala

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Douala
Archidioecesis Dualaensis
Chiesa latina
Cathédrale Saint Pièrre et Paul de Douala1.jpg
Diocesi suffraganee
Bafang, Bafoussam, Edéa, Eséka, Nkongsamba
Arcivescovo metropolita Samuel Kleda
Arcivescovi emeriti cardinale Christian Wiyghan Tumi
Sacerdoti 162 di cui 138 secolari e 24 regolari
3.907 battezzati per sacerdote
Religiosi 50 uomini, 230 donne
Abitanti 3.028.000
Battezzati 633.015 (20,9% del totale)
Superficie 1.200 km² in Camerun
Parrocchie 51
Erezione 31 marzo 1931
Rito romano
Cattedrale Santi Pietro e Paolo
Indirizzo B.P. 179, Douala, Cameroun
Dati dall'Annuario Pontificio 2014 * *
Chiesa cattolica in Camerun

L'arcidiocesi di Douala (in latino: Archidioecesis Dualaensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2013 contava 633.015 battezzati su 3.028.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo Samuel Kleda.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende la città di Douala, dove si trova la cattedrale dei Santi Pietro e Paolo.

Il territorio è suddiviso in 51 parrocchie.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La prefettura apostolica di Douala fu eretta il 31 marzo 1931 con il breve Apostolicum munus di papa Pio XI, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico del Camerun (oggi arcidiocesi di Yaoundé).

Il 27 maggio 1932 la prefettura apostolica fu elevata a vicariato apostolico con il breve Ut praefecturae dello stesso papa Pio XI.

Il 14 settembre 1955 il vicariato apostolico fu ulteriormente elevato a diocesi con la bolla Dum tantis di papa Pio XII. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Yaoundé.

Il 18 gennaio 1963 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Sangmélima.

Il 18 marzo 1982 è stata ancora elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Eo magis catholica di papa Giovanni Paolo II.

Il 22 marzo 1993 ha ceduto porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Edéa e Eséka.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2013 su una popolazione di 3.028.000 persone contava 633.015 battezzati, corrispondenti al 20,9% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 153.793 400.000 38,4 77 25 52 1.997 44
1969 177.800 421.400 42,2 145 97 48 1.226 7 95 101 34
1980 521.860 1.200.000 43,5 106 64 42 4.923 15 84 172 45
1990 810.000 1.920.000 42,2 100 75 25 8.100 14 46 120 64
1999 494.040 1.950.000 25,3 96 59 37 5.146 3 62 161 27
2000 500.112 1.900.000 26,3 105 72 33 4.762 2 57 160 27
2001 506.132 1.900.000 26,6 98 69 29 5.164 2 52 159 28
2002 515.897 2.000.000 25,8 112 82 30 4.606 2 79 158 30
2003 522.939 2.500.000 20,9 115 84 31 4.547 1 48 173 33
2004 530.357 2.500.000 21,2 134 92 42 3.957 1 63 190 33
2006 552.314 2.591.000 21,3 162 109 53 3.409 97 332 38
2013 633.015 3.028.000 20,9 162 138 24 3.907 50 230 51

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi