Arcidiocesi di Cuttack-Bhubaneswar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Cuttack-Bhubaneswar
Archidioecesis Cuttackensis-Bhubanesvarensis
Chiesa latina
Diocesi suffraganee
Balasore, Berhampur, Rourkela, Sambalpur
Arcivescovo metropolita John Barwa, S.V.D.
Arcivescovi emeriti Raphael Cheenath, S.V.D.
Sacerdoti 115 di cui 70 secolari e 45 regolari
547 battezzati per sacerdote
Religiosi 91 uomini, 181 donne
Abitanti 11.580.000
Battezzati 62.985 (0,5% del totale)
Superficie 32.440 km² in India
Parrocchie 34
Erezione 18 luglio 1928
Rito romano
Indirizzo Satya Nagar, Bhubaneswar-751007, Orissa State, India
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica in India

L'arcidiocesi di Cuttack-Bhubaneswar (in latino: Archidioecesis Cuttackensis-Bhubanesvarensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 62.985 battezzati su 11.580.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo John Barwa, S.V.D.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende i distretti di Cuttack, Kandhamal e Puri nello stato di Orissa in India.

Sede arcivescovile è la città di Cuttack, dove si trova la cattedrale del Santissimo Rosario.

Il territorio è suddiviso in 34 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La missione sui iuris di Cuttack fu eretta il 18 luglio 1928 con il breve Apostolatus officium di papa Pio XI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Vizagapatam (oggi arcidiocesi di Visakhapatnam).

La missione sui iuris fu elevata a diocesi il 1º giugno 1937 con la bolla Si catholicum nomen dello stesso papa Pio XI. Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Ranchi.

Il 24 gennaio 1974 ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Berhampur e in forza della bolla Quamvis munus di papa Paolo VI la diocesi è elevata al rango di arcidiocesi metropolitana e ha assunto il nome attuale.

Nel 2008 l'arcidiocesi è stata al centro di violenti attacchi anticristiani fomentati da gruppi integralisti indu, in seguito ai quali quasi 300 chiese sono state date alle fiamme e oltre 50.000 persone hanno dovuto fuggire abbandonando le loro case.[1]

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

  • Valeriano Guemes Rodríguez, C.M. † (2 luglio 1929 - 1932 deceduto)
  • Florencio Sanz Esparza, C.M. † (11 novembre 1932 - 4 marzo 1948 dimesso)
  • Pablo Tobar Gonzáles, C.M. † (10 marzo 1949 - 18 aprile 1971 deceduto)
  • Henry Sebastian D'Souza (24 gennaio 1974 - 29 marzo 1985 nominato arcivescovo coadiutore di Calcutta)
  • Raphael Cheenath, S.V.D. (1º luglio 1985 - 11 febbraio 2011 ritirato)
  • John Barwa, dall'11 febbraio 2011

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 11.580.000 persone contava 62.985 battezzati, corrispondenti allo 0,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 12.500 4.900.000 0,3 24 3 21 520 21 42 6
1969 46.862 7.620.000 0,6 72 32 40 650 55 77 22
1980 24.277 7.387.000 0,3 35 29 6 693 7 84 19
1990 33.271 8.780.000 0,4 57 34 23 583 35 158 19
1999 49.391 9.935.372 0,5 80 50 30 617 41 163 30
2000 49.391 9.935.372 0,5 80 50 30 617 41 163 30
2001 52.000 9.935.372 0,5 84 55 29 619 45 167 31
2002 58.196 9.935.372 0,6 92 59 33 632 59 160 31
2003 59.775 11.500.000 0,5 90 55 35 664 64 182 31
2004 61.378 11.500.000 0,5 84 51 33 730 58 194 32
2006 62.985 11.580.000 0,5 115 70 45 547 91 181 34

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dal sito dell'Agenzia Fides.

Fonti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi