Arcidiocesi di Cotabato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Cotabato
Archidioecesis Cotabatensis
Chiesa latina
Diocesi suffraganee
Kidapawan, Marbel
Arcivescovo metropolita cardinale Orlando Beltran Quevedo, O.M.I.
Ausiliari José Colin Mendoza Bagaforo
Sacerdoti 77 di cui 39 secolari e 38 regolari
11.116 battezzati per sacerdote
Religiosi 68 uomini, 215 donne
Abitanti 1.880.000
Battezzati 856.000 (45,5% del totale)
Superficie 8.889 km² nelle Filippine
Parrocchie 28
Erezione 11 agosto 1950
Rito romano
Indirizzo P.O. Box 186, 158 Sinsuat Ave., 9600 Cotobato City, Philippines
Sito web www.cbcponline.net
Dati dall'Annuario Pontificio 2007 * *
Chiesa cattolica nelle Filippine

L'arcidiocesi di Cotabato (in latino: Archidioecesis Cotabatensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2006 contava 856.000 battezzati su 1.880.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo cardinale Orlando Beltran Quevedo, O.M.I.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi comprende parti delle province filippine di Cotabato, Sultan Kudarat e Maguindanao.

Sede arcivescovile è la città di Cotabato, dove si trova la cattedrale dell'Immacolata Concezione.

Il territorio è suddiviso in 28 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La prelatura territoriale di Cotabato e Sulu fu eretta l'11 agosto 1950 con la bolla Quidquid in christifidelium di papa Pio XII, ricavandone il territorio dalla diocesi di Zamboanga (oggi arcidiocesi). Originariamente era suffraganea dell'arcidiocesi di Cagayan de Oro.

Il 28 ottobre 1953 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prefettura apostolica di Sulu (oggi vicariato apostolico di Jolo) e nel contempo assunse il nome di prelatura territoriale di Cotabato.

Il 17 dicembre 1960 cedette un'altra porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della prelatura territoriale di Marbel (oggi diocesi).

Il 29 giugno 1970 entrò a far parte della provincia ecclesiastica dell'arcidiocesi di Davao.

Il 12 giugno 1976 cedette un'ulteriore porzione di territorio a vantaggio dell'erezione della prelatura territoriale di Kidapawan (oggi diocesi). Lo stesso giorno in virtù della bolla Episcoporum votis di papa Paolo VI la prelatura territoriale fu elevata a diocesi.

Il 5 novembre 1979 la diocesi è stata ulteriormente elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Sacrorum Antistites di papa Giovanni Paolo II.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2006 su una popolazione di 1.880.000 persone contava 856.000 battezzati, corrispondenti al 45,5% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 156.000 680.595 22,9 21 21 7.428 25 14 12
1970 426.212 727.193 58,6 54 7 47 7.892 62 120 26
1980 360.000 790.000 45,6 49 19 30 7.346 66 93 24
1990 507.000 917.000 55,3 51 23 28 9.941 87 102 30
1999 823.640 1.545.291 53,3 58 29 29 14.200 47 91 28
2000 902.029 1.591.769 56,7 64 34 30 14.094 46 222 28
2001 902.029 1.591.769 56,7 66 34 32 13.667 48 222 28
2002 902.029 1.591.769 56,7 65 35 30 13.877 47 222 28
2003 956.738 1.897.476 50,4 71 41 30 13.475 39 223 28
2004 823.640 1.809.618 45,5 71 39 32 11.600 40 127 28
2006 856.000 1.880.000 45,5 77 39 38 11.116 68 215 28

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi