Arcidiocesi di Bukavu

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Bukavu
Archidioecesis Bukavuensis
Chiesa latina
Cathedrale Bukavu.jpg
Diocesi suffraganee
Butembo-Beni, Goma, Kasongo, Kindu, Uvira
Arcivescovo metropolita François-Xavier Maroy Rusengo
Sacerdoti 235 di cui 153 secolari e 82 regolari
4.468 battezzati per sacerdote
Religiosi 226 uomini, 502 donne
Abitanti 2.012.000
Battezzati 1.050.000 (52,2% del totale)
Superficie 8.815 km² nella Repubblica Democratica del Congo
Parrocchie 35
Erezione 1912
Rito romano
Cattedrale Nostra Signora della Pace
Indirizzo Avenue Mbaki 18, Commune d'Ibanda, Sud-Kivu; B.P. 3324 [par Chuangugu 02], Rep. Democratique du Congo
Dati dall'Annuario Pontificio 2013 * *
Chiesa cattolica nella Repubblica Democratica del Congo

L'arcidiocesi di Bukavu (in latino: Archidioecesis Bukavuensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2012 contava 1.050.000 battezzati su 2.012.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo François-Xavier Maroy Rusengo.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende la città di Bukavu, nella Repubblica Democratica del Congo, dove si trova la cattedrale di Nostra Signora della Pace.

Il territorio si estende su 8.815 km² ed è suddiviso in 35 parrocchie.

Provincia ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

La provincia ecclesiastica di Bukavu, istituita nel 1959, comprende 5 suffraganee:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1906 il vicariato apostolico del Congo superiore attraversava una crisi: un'epidemia di malaria uccise quasi la metà dei padri missionari. Fu così che si decise il trasferimento dei primi missionari in una zona giudicata più salubre e ancora non toccata dall'evangelizzazione e la prima missione giunse a Kivu, l'odierna Bukavu.

Il 12 dicembre 1912 con il breve Apostolatus munus di papa Pio X fu eretto il vicariato apostolico di Kivu, ricavandone il territorio dai vicariati apostolici di Victoria-Nyanza meridionale (oggi arcidiocesi di Mwanza) e di Unianyembé (oggi arcidiocesi di Tabora). Da questo vicariato apostolico di Kivu, che ebbe nomi diversi a partire dal 1921, deriva l'odierna arcidiocesi di Gitega.

Il 26 dicembre 1929 il vicariato apostolico di Kivu fu restaurato con il breve Vestigiis Decessores di papa Pio XI, ricavandone il territorio dal vicariato apostolico del Congo superiore (oggi diocesi di Kalemie-Kirungu)

Il 10 gennaio 1952 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Kasongo (oggi diocesi) e contestualmente cambiò il proprio nome in vicariato apostolico di Costermansville.

Il 6 gennaio 1954 cambiò nuovamente nome in favore di vicariato apostolico di Bukavu.

Il 30 giugno 1959 cedette una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione del vicariato apostolico di Goma (oggi diocesi).

Il 10 novembre dello stesso anno il vicariato è stato elevato al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla Cum parvulum di papa Giovanni XXIII.

Il 16 aprile 1962 ha ceduto una porzione del suo territorio a vantaggio dell'erezione della diocesi di Uvira.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Jean-Joseph Hirth, M.Afr. † (12 dicembre 1912 - 25 ottobre 1920 dimesso)
  • Edoardo Luigi Antonio Leys, M.Afr. † (19 dicembre 1929 - agosto 1944 dimesso)
  • Richard Cleire, M.Afr. † (14 dicembre 1944 - 10 gennaio 1952 nominato vicario apostolico di Kasongo)
  • Xavier Geeraerts, M.Afr. † (17 gennaio 1952 - 8 marzo 1957 dimesso)
  • Louis Van Steene, M.Afr. † (8 marzo 1957 succeduto - 24 maggio 1965 dimesso)
  • Aloys Mulindwa Mutabesha Mugoma Mweru † (18 dicembre 1965 - 15 settembre 1993 dimesso)
  • Christophe Munzihirwa Mwene Ngabo, S.J. † (14 marzo 1995 - 29 ottobre 1996 deceduto)
  • Emmanuel Kataliko † (3 marzo 1997 - 4 ottobre 2000 deceduto)
  • Charles Kambale Mbogha, A.A. † (13 marzo 2001 - 9 ottobre 2005 deceduto)
  • François-Xavier Maroy Rusengo, dal 26 aprile 2006

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2012 su una popolazione di 2.012.000 persone contava 1.050.000 battezzati, corrispondenti al 52,2% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 82.984 855.635 9,7 75 4 71 1.106 72 97 15
1959 232.184 1.117.507 20,8 134 24 110 1.732 168 162 23
1970 312.232 803.710 38,8 102 23 79 3.061 142 170 17
1980 485.615 1.104.328 44,0 105 29 76 4.624 1 135 250 21
1990 625.759 1.369.544 45,7 144 52 92 4.345 1 185 401 24
1999 831.562 1.620.943 51,3 172 93 79 4.834 173 437 30
2000 882.591 1.777.558 49,7 162 91 71 5.448 180 448 30
2001 882.591 1.777.558 49,7 166 95 71 5.316 180 448 30
2002 860.599 1.346.216 63,9 187 97 90 4.602 197 489 33
2006 911.538 1.714.707 53,2 195 105 90 4.674 230 494 32
2012 1.050.000 2.012.000 52,2 235 153 82 4.468 226 502 35

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi