Arcidiocesi di Bogotá

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Arcidiocesi di Bogotá
Archidioecesis Bogotensis
Chiesa latina
Catedral Primada de Colombia-Bogota.JPG
Estudo Arquidiócesis de Bogotá.svg Mapa Arquidiocesis de Bogota.svg
Diocesi suffraganee
Engativá, Facatativá, Fontibón, Girardot, Soacha, Zipaquirá
Arcivescovo metropolita e primate cardinale Rubén Salazar Gómez
Arcivescovi emeriti cardinale Pedro Rubiano Sáenz
Sacerdoti 896 di cui 503 secolari e 393 regolari
4.330 battezzati per sacerdote
Religiosi 986 uomini, 1.574 donne
Diaconi 96 permanenti
Abitanti 4.527.000
Battezzati 3.880.000 (85,7% del totale)
Superficie 4.019 km² in Colombia
Parrocchie 244
Erezione 11 settembre 1562
Rito romano
Cattedrale Immacolata Concezione
Indirizzo Arzobispado, Carrera 7a N. 10-20, Bogota, D.C. 1, Colombia
Sito web www.arquidiocesisbogota.org.co
Dati dall'Annuario Pontificio 2013 * *
Chiesa cattolica in Colombia
A fianco della cattedrale sorge il palazzo arciepiscopale.
Il palazzo arciepiscopale.
Il seminario maggiore di Bogotá, istituito nel 1581; l'odierno edificio è stato costruito tra il 1943 ed il 1946.

L'arcidiocesi di Bogotá (in latino: Archidioecesis Bogotensis) è una sede metropolitana della Chiesa cattolica. Nel 2012 contava 3.880.000 battezzati su 4.527.000 abitanti. È attualmente retta dall'arcivescovo cardinale Rubén Salazar Gómez.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi comprende 13 località delle 19 località urbane più l'unica località rurale del Distretto federale di Bogotá, la capitale della Colombia.

Sede arcivescovile e primaziale è la città di Bogotá, dove si trova la cattedrale dell'Immacolata Concezione.

Il territorio si estende su 4.019 km² ed è suddiviso in 244 parrocchie, raggruppate in 5 zone pastorali.

Provincia ecclesiastica[modifica | modifica wikitesto]

La provincia ecclesiastica di Bogotá, istituita nel 1564, è costituita dalle seguenti suffragenee:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi di Santafé en Nueva Granada fu eretta l'11 settembre 1562, ricavandone il territorio dalla diocesi di Santa Marta. Originariamente era probabilmente suffraganea dell'arcidiocesi di Santo Domingo.

Il 22 marzo 1564 fu elevata al rango di arcidiocesi metropolitana con la bolla In suprema dignitatis apostolicae di papa Pio IV.

Nel 1581 fu istituito il primo seminario, intitolato a san Luigi dei Francesi, che però dovette essere chiuso già il 20 ottobre 1587 per problemi economici, poiché il fondo di dotazione non era bastevole a coprire i debiti e le spese.

Il 18 ottobre 1605 fu istituito il secondo seminario, dedicato a san Bartolomeo e affidato ai gesuiti. Nel 1767 i gesuiti furono espulsi e la vita del seminario dovette soffrire turbolenze per l'incertezza nel controllo e dei finanziamenti.

Cedette successivamente porzioni del suo territorio a vantaggio dell'erezione di nuove diocesi:

  • il 16 febbraio 1778 a vantaggio dell'erezione della diocesi di Mérida (oggi arcidiocesi);
  • il 31 agosto 1804 a vantaggio dell'erezione della diocesi di Antioquia (oggi arcidiocesi di Santa Fe de Antioquia);
  • il 25 settembre 1835 a vantaggio dell'erezione della diocesi di Nueva Pamplona (oggi arcidiocesi);
  • il 29 luglio 1880 a vantaggio dell'erezione della diocesi di Tunja (oggi arcidiocesi).

L'8 giugno 1898 ha assunto il nome di arcidiocesi di Bogotá in Colombia, che il 12 gennaio 1953 sarà semplificato in arcidiocesi di Bogotá da un decreto di papa Pio XII.

Il 7 novembre 1902 papa Leone XIII concesse all'arcivescovo e ai suoi successori il titolo di primate di Colombia.

In seguito è tornata a cedere altre porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione di nuove circoscrizioni ecclesiastiche:

Infine, il 6 agosto 2003 ha ceduto ulteriori porzioni di territorio a vantaggio dell'erezione delle diocesi di Fontibón, di Engativá e di Soacha.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

  • Juan de los Barrios, O.F.M. † (22 marzo 1564 - 12 febbraio 1569 deceduto)
  • Luis Zapata de Cárdenas, O.F.M. † (8 novembre 1570 - 24 gennaio 1590 deceduto)
  • Alfonso López de Ávila † (29 novembre 1591 - 30 dicembre 1591 deceduto)
  • Bartolomé Martínez Menacho y Mesa (Mechado) † (30 aprile 1593 - 17 agosto 1594 deceduto)
  • Bartolomé Lobo Guerrero † (12 agosto 1596 - 19 novembre 1607 nominato arcivescovo di Lima)
  • Juan Castro, O.S.A. † (7 gennaio 1608 - giugno 1609 dimesso)
  • Pedro Ordóñez y Flórez † (19 aprile 1610 - 11 giugno 1614 deceduto)
  • Hernando de Arias y Ugarte † (14 marzo 1616 - 15 aprile 1624 nominato arcivescovo di La Plata o Charcas)
  • Julián de Cortázar † (7 aprile 1625 - 31 ottobre 1630 deceduto)
  • Bernardino de Almansa Carrión † (15 dicembre 1631 - 26 settembre 1633 deceduto)
  • Cristóbal de Torres, O.P. † (8 gennaio 1635 - 8 luglio 1654 deceduto)
  • Juan de Dios Aguinao, O.P. † (10 novembre 1659 - 5 ottobre 1678 deceduto)
  • Antonio Sanz Lozano † (19 agosto 1680 - 28 maggio 1688 deceduto)
  • Ignacio de Urbina, O.S.H. † (7 novembre 1689 - 18 aprile 1701 nominato arcivescovo, titolo personale, di Puebla de los Ángeles)
  • Francisco de Cosío y Otero † (14 gennaio 1704 - 29 novembre 1715 deceduto)
  • Francisco del Rincón, O.M. † (5 ottobre 1716 - 28 giugno 1723 deceduto)
  • Antonio Claudio Álvarez de Quiñones † (29 gennaio 1725 - 21 ottobre 1736 deceduto)
  • Juan de Galabís, O.Praem. † (3 marzo 1738 - 14 novembre 1739 deceduto)
  • Diego Fermín de Vergara, O.S.A. † (19 dicembre 1740 - 7 febbraio 1744 deceduto)
  • Pedro Felipe de Azúa e Iturgoyen † (18 dicembre 1744 - prima dell'11 aprile 1753 dimesso)
  • José Javier de Arauz y Rojas † (28 maggio 1753 - febbraio 1764 deceduto)
    • Manuel de Sosa y Béthencourt † (22 aprile 1765 - 12 novembre 1765 deceduto) (vescovo eletto)
  • Francisco Antonio de la Riva Mazo † (9 dicembre 1765 - 8 dicembre 1768 deceduto)
  • Lucas Ramírez Galán, O.F.M. † (21 agosto 1769 - 12 dicembre 1770 nominato arcivescovo, titolo personale, di Tui)
  • Agustín Manuel Camacho y Rojas † (4 marzo 1771 - 13 aprile 1774 deceduto)
  • Agustín de Alvarado y Castillo † (13 marzo 1775 - 14 dicembre 1778 nominato arcivescovo, titolo personale, di Ciudad Rodrigo)
  • Antonio Caballero y Góngora † (14 dicembre 1778 - 15 settembre 1788 nominato arcivescovo, titolo personale, di Cordova)
  • Baltazar Jaime Martínez de Compañón † (15 dicembre 1788 - 17 agosto 1797 deceduto)
  • Fernando del Portillo y Torres, O.P. † (29 ottobre 1798 - 20 gennaio 1804 deceduto)
  • Juan Bautista Sacristán y Galiano † (20 agosto 1804 - 1º febbraio 1817 deceduto)
  • Isidoro Domínguez, C.R.M. † (23 agosto 1819 - 6 aprile 1822 deceduto)
  • Fernando Caycedo Flórez † (21 maggio 1827 - 17 febbraio 1831 deceduto)
  • Manuel José Mosquera y Arboleda † (19 dicembre 1834 - 10 dicembre 1853 deceduto)
  • Antonio Herrán y Zaldúa † (13 gennaio 1854 - 6 febbraio 1868 deceduto)
  • Vicente Arbeláez Gómez † (6 febbraio 1868 succeduto - 29 giugno 1884 deceduto)
  • José Telésforo Paúl Vargas, S.J. † (6 agosto 1884 - 8 aprile 1889 deceduto)
  • Ignacio León Velasco, S.J. † (27 maggio 1889 - 10 aprile 1891 deceduto)
  • Bernardo Herrera Restrepo † (4 giugno 1891 - 2 gennaio 1928 deceduto)
  • Ismael Perdomo Borrero † (2 gennaio 1928 succeduto - 3 giugno 1950 deceduto)
  • Crisanto Luque Sánchez † (14 luglio 1950 - 7 maggio 1959 deceduto)
  • Luis Concha Córdoba † (18 maggio 1959 - 22 luglio 1972 ritirato)
  • Aníbal Muñoz Duque † (29 luglio 1972 succeduto - 25 giugno 1984 ritirato)
  • Mario Revollo Bravo † (25 giugno 1984 - 27 dicembre 1994 ritirato)
  • Pedro Rubiano Sáenz (27 dicembre 1994 - 8 luglio 2010 ritirato)
  • Rubén Salazar Gómez, dall'8 luglio 2010

Istituti religiosi[modifica | modifica wikitesto]

Istituti religiosi maschili[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 2012 contavano case in diocesi i seguenti istituti religiosi maschili:[1]

Istituti religiosi femminili[modifica | modifica wikitesto]

Alla fine del 2012 contavano case in diocesi i seguenti istituti religiosi femminili:[2]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'arcidiocesi al termine dell'anno 2012 su una popolazione di 4.527.000 persone contava 3.880.000 battezzati, corrispondenti all'85,7% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 1.799.000 1.810.000 99,4 581 191 390 3.096 450 2.100 173
1959 1.132.389 1.152.389 98,3 675 195 480 1.677 1.060 2.884 118
1965 1.950.000 2.000.000 97,5 822 263 559 2.372 700 3.115 133
1968 2.000.000 2.122.112 94,2 645 245 400 3.100 400 4.515 160
1976 3.115.252 3.211.609 97,0 1.016 356 660 3.066 1.388 3.527 182
1980 3.838.000 3.957.000 97,0 985 289 696 3.896 1.292 3.602 186
1990 4.556.000 5.063.000 90,0 1.160 349 811 3.927 1.673 3.700 249
1999 6.000.000 6.850.000 87,6 1.452 492 960 4.132 1.929 4.975 302
2000 6.093.416 7.114.568 85,6 1.430 481 949 4.261 1.697 4.855 323
2001 6.067.029 7.084.341 85,6 1.359 435 924 4.464 20 2.009 4.503 337
2002 6.544.026 7.651.088 85,5 1.424 499 925 4.595 38 1.834 3.247 340
2003 3.546.186 4.140.000 85,7 1.251 382 869 2.834 42 1.802 3.060 227
2004 3.279.690 3.850.518 85,2 1.221 413 808 2.686 37 1.270 2.138 227
2006 3.586.000 4.184.000 85,7 691 394 297 5.189 53 997 2.604 231
2012 3.880.000 4.527.000 85,7 896 503 393 4.330 96 986 1.574 244

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comunidades religiosas masculinas. URL consultato il 7 gennaio 2013.
  2. ^ Comunidades religiosas femeninas. URL consultato il 7 gennaio 2013.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi