Archivi federali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Archivi federali tedeschi
Bundesarchiv-Logo it.svg
Tipo Archivio di stato
Data fondazione 1946
Indirizzo Coblenza, Renania-Palatinato
Direttore Hartmut Weber
Sito bundesarchiv.de
Karl Bruchmann (Direttore degli Archivi nazionali tedeschi dal 1961 al 1967)

Gli Archivi federali tedeschi (in tedesco Deutsches Bundesarchiv o abbreviato BArch) sono gli archivi centrali di Stato della Germania. Furono istituiti nella attuale sede di Coblenza nel 1952.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il predecessore degli attuali Archivi Federali, l'Archivio del Reich (Reichsarchiv) era stato fondato nel 1919 a Potsdam. Esso documentava la storia tedesca a partire dalla nascita della Confederazione della Germania settentrionale nel 1867. Nel 1924 l'Archivio aveva acquisito anche il materiale relativo alla Confederazione Germanica ed al Tribunale camerale dell'Impero. Il documento più antico di questa raccolta risaliva al 1411. Circa la metà di questo archivio fu tuttavia distrutta durante la Seconda guerra mondiale.

Nel 1946 fu fondato a Potsdam, allora zona di occupazione sovietica e poi DDR, l'"Archivio Centrale Tedesco" come continuazione del precedente archivio, almeno per quanto riguardava le parti relative alla Germania Orientale. Questo archivio fu poi ribattezzato "Archivio Centrale dello Stato" (Deutsches Zentralarchiv) nel 1973.

Dal canto suo, la Repubblica Federale Tedesca nel 1952, poco dopo la sua fondazione, organizzò i propri Archivi Federali a Coblenza. Esso ereditò i materiali che appartenevano al Reichsarchiv solo per quanto riguardava la Germania Occidentale.

Dopo la riunificazione tedesca del 1990 anche gli archivi sono stati unificati, conservando il nome e la sede principale di quelli occidentali.

Il 6 dicembre 2008 l'Archivio ha donato 100.000 foto all'enciclopedia in rete Wikipedia.[1]

Sezioni[modifica | modifica sorgente]

Gli Archivi Federali sono divisi in sette sezioni, cui viene aggiunta la SAPMO:

Sezione Z[modifica | modifica sorgente]

Questa sezione costituisce l'amministrazione centrale degli archivi federali. Ha sede a Coblenza e Berlino.

Sezione G[modifica | modifica sorgente]

La sezione G rappresenta l'amministrazione delle questioni generali e logistiche. Ha sede a Coblenza e Berlino Lichterfelde. Da essa dipende anche il "Centro di documentazione dei movimenti per la libertà nella storia tedesca" (Erinnerungsstätte für die Freiheitsbewegungen in der deutschen Geschichte), ospitata nel castello di Rastatt.

Sezione B (BRD)[modifica | modifica sorgente]

La sezione B conserva la documentazione dell'amministrazione centrale civile e giudiziaria della Repubblica Federale Tedesca a partire dal 1949, nonché quella relativa alle tre zone d'occupazione occidentali fra il 1945 ed il 1949. Ha sede a Coblenza.

Sezione R (Reich tedeschi)[modifica | modifica sorgente]

La sezione R ha sede a Berlino. Essa si occupa di conservare i documenti civili delle seguenti epoche:

Sezione DDR[modifica | modifica sorgente]

Questa sezione, che ha sede a Berlino, custodisce gli archivi civili degli organi centrali della Repubblica Democratica Tedesca, nonché quelli della precedente zona di occupazione sovietica. Da segnalare che gli archivi della Stasi si trovano ancora presso il Commissariato Federale per gli Archivi della Stasi.

Sezione MA[modifica | modifica sorgente]

Questa sezione, che ha sede a Friburgo in Bresgovia, rappresenta gli archivi miliari tedeschi e conserva la documentazione dei seguenti eserciti:

Gli archivi relativi alle forze armate degli altri stati tedeschi preunitari si trovano nei rispettivi archivi regionali (Landesarchiven).

Sezione FA[modifica | modifica sorgente]

Questa sezione è l'archivio cinematografico tedesco ed è divisa fra più sedi: Hoppegarten, Berlino-Wilhelmshagen e Coblenza.

SAPMO[modifica | modifica sorgente]

Al di fuori delle sette sezioni è considerata la "Fondazione Archivio dei Pariti e delle Organizzazioni di massa della DDR negli Archivi Federali" (Stiftung Archiv der Parteien und Massenorganisationen der DDR im Bundesarchiv -SAPMO) di Berlino, che raccoglie la documentazione proveniente dai diversi pariti esistenti nella Repubblica Democratica Tedesca (SED, Partito Democratico Tedesco dei Contadini e Partito Nazional-Democatico Tedesco), dai sindacati (FDGB) e dalle altre organizzazioni di massa (Libera Gioventù Tedesca, Società per l'amicizia Tedesco-Russa, Unione culturale della DDR), ed inoltre conserva la biblioteca dell'istituto per il Marxismo-Leninismo.

Direttori dal 1952[modifica | modifica sorgente]

  • Georg Winter (Director of the German Federal Archives, 1952–1960)
  • Karl Bruchmann (Director of the German Federal Archives, 1961–1967)
  • Wolfgang A. Mommsen (President of the German Federal Archives, 1967–1972)
  • Hans Booms (President of the German Federal Archives, 1972–1989)
  • Friedrich Kahlenberg (President of the German Federal Archives, 1989–1999)
  • Hartmut Weber (President of the German Federal Archives, 1999-present)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Wikipedia Receives German Pictorial History, Deutsche Welle, 6 dicembre 2008. URL consultato il 14 dicembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]