Architettura neomicenea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Architettura neomicenea è un raro esempio di revival di architettura sviluppatosi durante il XX secolo come ripresa dell'architettura della Grecia antica.[1]

La Banca Nazionale di Grecia di Nauplia, costruita nei luoghi che furono il cuore della civilta micenea negli anni trenta dall'architetto Zouboulidis,[1] è un chiaro esempio del revival neomiceneo.[2] La porta d'ingresso della banca riprende il cancello della Tomba di Clitemnestra di Micene. Allo stesso modo le colonne utilizzate sono dipinte con il tipico colore rosso dei palazzi reali micenei.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Tour of Nafplio, Syndagma Square.
  2. ^ Greece At Its Most Greek, by Phyllis rose, Sept. 10, 2000, New York Times. [1]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]