Archia (mitologia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Nella mitologia greca, Archia era il nome del mitico fondatore di Siracusa[1].

Il mito[modifica | modifica sorgente]

Archia, discendente di Eracle, si innamorò di Atteone figlio di Melisso e lo voleva rapire, ma al momento propizio ci fu un caos che portò alla morte del giovine e di suo padre. La peste quasi per punire tale misfatto scoppiò obbligando Archia, seguendo un oracolo ad andarsene e fondare una nuova città.

Secondo un'altra versione l'oracolo gli chiese di scegliere cosa avrebbe voluto per la nuova città che avrebbe fondato, se ricchezza o salute, Archia scelse la ricchezza, infatti Siracusa è famosa per la sua ricchezza.

Archia era anche uno dei tanti nomi del parente di Oineo, Eunomo, ucciso da Eracle senza volerlo.

Discendenza[modifica | modifica sorgente]

Archia ebbe due figli, Ortigia e Siracusa.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Periegesi della Grecia, 5.7.3, Pausania il Periegeta

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Storica
Moderna

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca