Arachnothera

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Arachnothera
Naked-faced spiderhunter.jpg
Mangiaragni faccianuda
Arachnothera clarae
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Neognathae
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Infraordine Passerida
Superfamiglia Passeroidea
Famiglia Nectariniidae
Genere Arachnothera
Temminck, 1826
Specie

vedi testo

Arachnothera Temminck, 1826 è un genere di uccelli passeriformi della famiglia Nectariniidae, comunemente noti come mangiaragni.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Le specie del genere Arachnothera si distinguono dagli altri membri della famiglia Nectariniidae per le maggiori dimensioni: con i suoi 45 g di peso Arachnothera flavigaster è la specie più grande.[2]
Il piumaggio è meno vivace che nelle altre nettarinie e il dimorfismo sessuale meno marcato. Il becco è lungo, sino a oltre due volte la lunghezza della testa, sottile e ricurvo.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Canto[modifica | modifica wikitesto]

Emettono un richiamo molto semplice, tipicamente una successione di chip dal timbro metallico, ripetuti incessantemente.[2]

Aiuto
  (info file)
Ascolta il canto di A. longirostra
Aiuto
  (info file)
A. affinis nell'atto di suggere il nettare


Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

Si nutrono prevalentemente di piccoli artropodi, da cui il nome comune, ma anche di nettare che succhiano attraverso il lungo becco.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

I nidi dei mangiaragni sono in genere meno elaborati di quelli degli altri nettarinidi, e possono essere delle semplici coppe fissate al lato inferiore di grandi foglie, come nel mangiaragni minore (Arachnothera longirostra), o dei lunghi cilindri, ugualmente fissati alle foglie degli alberi, come nel mangiaragni orecchiegialle minore (Arachnothera chrysogenys). Nella maggior parte delle specie entrambi i sessi partecipano alla cova.[3]

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Comprende le seguenti specie:[1]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale del genere Arachnothera è ristretto all'ecozona orientale, che si estende dall'India sino alle Filippine e dall' Himalaya sino a Giava, con la maggiore biodiversità concentrata nella penisola malese, Sumatra e Borneo.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Nectariniidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 9 maggio 2014.
  2. ^ a b c Robert Cheke, Clive Mann & Josep del Hoyo, Family Nectariniidae (Sunbirds) in Handbook of the Birds of the World. Volume 13, Penduline-tits to Shrikes, Barcelona, Lynx Edicions, 2008, pp.196–243, ISBN 978-84-96553-45-3.
  3. ^ Forshaw J. & Lindsey T., Encyclopaedia of Animals: Birds, London, Merehurst Press, 1991, p. 207, ISBN 1-85391-186-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli