Aquarion

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Aquarion
serie TV anime
Titolo orig. 創聖のアクエリオン
(Sōsei no Akuerion)
Lingua orig. giapponese
Paese Giappone
Autori
Regia Shoji Kawamori
Sceneggiatura
Character design
Mecha design
Studio Satelight
Musiche
Rete TV Tokyo
1ª TV 4 aprile 2005 – 21 settembre 2005
Episodi 26 (completa)
Reti it. MTV Italia Ed. italiana Mediafilm, Videostar, Più Blu Lombardia
1ª TV it. 14 febbraio 2006 – 9 agosto 2006
Episodi it. 26 (completa)
Censura it. sì (trasmissione televisiva)
Studio dopp. it. Studio ASCI
Direzione dopp. it. Aldo Stella
Generi azione, fantascienza, commedia, mecha
Temi amicizia, amore
Cronologia
  1. Aquarion
  2. Aquarion EVOL

Aquarion (創聖のアクエリオン Sousei no Akuerion[1]?, letteralmente Aquarion della Sacra Genesi), è una serie anime composta da 26 episodi creata da Shoji Kawamori e prodotta dalla Satelight, che l'emittente TV Tokyo ha trasmesso in Giappone dal 4 aprile 2005 al 26 settembre 2005, mentre è stato trasmesso per la prima volta in Italia da MTV dal 14 febbraio 2006 all'8 agosto 2006. È andato inoltre in onda dal 10 aprile 2009 su Videostar, televisione regionale lombarda, il venerdì alle 21:00, e poi su Più Blu Lombardia, altra emittente locale.

Si tratta di una serie di fantascienza ambientata in una Terra del futuro, in cui gli esseri umani si trovano costretti a combattere contro la specie mitologica degli Angeli delle Tenebre. L'umanità può contare sul robot gigante Aquarion, che nasce dalla fusione di tre veicoli volanti chiamati Vector. Gli unici a poter pilotare queste portentose macchine sono gli Element, individui dotati di poteri speciali.

Dall'anime è stato tratto un manga spin-off, due OVA e un film. A gennaio 2012 è iniziata nuova serie intitolata Aquarion EVOL, prodotta da Satelight e 8-Bit e precedentemente annunciata il 25 febbraio 2011[2].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La Terra risulta devastata da una catastrofe, denominata la "Grande Catastrofe", avvenuta undici anni prima, che distrusse una parte significativa del mondo ed uccise numerosi abitanti. La catastrofe fu accompagnata dallo scioglimento dei ghiacciai che ha riportato alla superficie Atlandia e con essa i suoi abitanti, gli Angeli delle Tenebre, una specie alata che era rimasta latente per 12.000 anni. Lo scopo di queste creature è quello di rapire gli esseri umani, chiamati con disprezzo Esseri senza ali, al fine di estrarne il prana, la loro bioenergia, indispensabile per la sopravvivenza ed il sostentamento degli Angeli delle Tenebre.

La popolazione mondiale si trova così a dover subire continui attacchi da parte delle Bestie mietitrici, ovvero enormi esseri capaci di catturare con estrema facilità gli esseri umani. Queste particolari macchine sono spesso accompagnate da giganteschi robot, chiamati Soldati Cherubim.

Contro questo potente nemico le armi convenzionali sono del tutto inefficaci, spetta quindi alla DEAVA, sotto il comando di Gen Fudo, proteggere l'umanità intera. La DEAVA grazie all'utilizzo degli ultimi ritrovati tecnologici e, soprattutto, alle Vector Machine ritrovate sul fondo dell'oceano, funge così da ultimo baluardo degli uomini.

I tre Vector, chiamati Vector Luna, Vector Mars e Vector Sol, sono in grado di unirsi dando origine all'Angelo Meccanico Aquarion, un gigantesco robot. I Vector possono ricoprire il ruolo di testa (e torso), del tronco (e dorso dotato di ali) o delle gambe del robot.

Verso la metà della serie fanno la propria comparsa anche i Vector da assalto, nati dalla collaborazione fra la DEAVA e le Nuove Nazioni Unite. Questi Vector, caratterizzati dal colore nero, hanno la stessa struttura base dei Vector originali, ma, a differenza di questi, quando si fondono nell'Aquarion sono equipaggiati con armi da fuoco (cannoni e missili), invece che con armi tradizionali (spada o arco). I Vector da assalto prendono il nome di Vector Alpha (corrispondente al Vector Sol), Vector Delta (corrispondente al Vector Luna) e Vector Omega (corrispondente al Vector Mars).

Configurazioni[modifica | modifica wikitesto]

Le configurazioni possibili di Aquarion prendono diversi nomi:

Configurazioni di base[modifica | modifica wikitesto]

Solar Aquarion
Ha in posizione di testa il Vector Sol, il Vector Mars per la parte inferiore e il Vector Luna per le ali. Corrisponde alla configurazione di base più equilibrata dell'Aquarion ed ha come caratteristica quella di possedere le Ali del Sole sul dorso. Ha un aspetto massiccio e con un baricentro molto basso, che ricorda quello di un classico samurai. Questa configurazione, utilizzata principalmente da Apollo, ha come colpo caratteristico il "Mugen (Infinito) Punch", un pugno che si estende all'infinito.
Aquarion Luna
Caratterizzato dal Vector Luna che occupa la posizione di testa, il Vector Sol per la parte inferiore e il Vector Mars per le ali. Con un aspetto agile e vagamente femminile, è la configurazione di base tipicamente usata da Silvia e Reika ed è ideale per il combattimento a distanza. Questo Aquarion dispone di un arco gigante con le rispettive frecce.
Aquarion Mars
La posizione di testa è occupata in questo caso dal Vector Mars, mentre il Vector Luna e il Vector Sol sono rispettivamente le gambe e le ali. Questa configurazione è la forma più veloce di Aquarion. Ha un aspetto slanciato con delle gambe lunghissime. Essa viene prediletta da Sirius e da Pierre i quali possono rispettivamente impiegare una grande spada o l'attacco "Fire Kick", reso possibile grazie alle lunghe gambe di questo Aquarion.

Configurazioni speciali[modifica | modifica wikitesto]

Aquarion Soluna
Compare solo nel 13º episodio quando, dopo la perdita delle braccia e la rottura della fusione, Reika, Tsugumi e Pierre fondono i rispettivi Vector dando origine all'Aquarion Soluna. Questa configurazione è molto simile a quella del Solar Aquarion tranne che per il fatto che il Vector Luna, invece di creare il dorso, crea la parte dell'addome del robot, mentre il Vector Sol crea la parte superiore del corpo. A causa della composizione, questo Aquarion risulta essere quello più alto.
Aquarion Angel
Si tratta di una specie di Aquarion Mars, dove la posizione di testa è occupata dal Vector Omega (corrispondente militare del Vector Mars). Le altre parti del corpo sono composte dal Vector Sol e dal Vector Luna. Questa configurazione appare nella puntata 23.
Aquarion Alpha
È la configurazione equivalente del Solar Aquarion, ma nasce dall'unione dei Vector da assalto con il Vector Alpha in testa. Come il Solar Aquarion può avere sul dorso le ali del Sole, ma non hanno lo stesso potere che hanno quelle dellAquarion originale. La testa è abbastanza simile a quella dellAquarion Mars con una visiera sugli occhi. Da questa configurazione, l'Aquarion può assumere quella Walker Formation senza la necessità di separare e riunire i Vector.
Aquarion Delta
Corrisponde allAquarion Luna formato però dai Vector da assalto con il Vector Delta in posizione di testa. Questa configurazione è specializzata nei combattimenti a lunga distanza grazie all'uso di missili che può lanciare attraverso l'arco del "Vector Luna". Può anche utilizzare le armi dellAquarion Omega che sono montate nella stessa parte dei missili.
Aquarion Omega
È l'equivalente dell'Aquarion Mars nato dalla fusione dei Vector da assalto con la posizione di testa occupata dal Vector Omega. L'arma principale è rappresentata da una coppia di armi da fuoco. Da questa configurazione è possibile passare alla Configurazione Armageddon senza la necessità di separare e rieffettuare la fusione dei Vector.
Configurazione Assault Walker
Questa configurazione appare come un jet con le gambe ed è utilizzata per effettuare spostamenti rapidi. Da questa configurazione si può passare all'Aquarion Alpha senza la necessità di separare e riunire i Vector.
Configurazione Armageddon
In questa configurazione i Vector da assalto si uniscono dando origine ad una specie di ragno a 6 gambe alla cui sommità è posizionato il cannone PSG dellAquarion Alpha. Questa struttura è necessaria perché il cannone PSG per poter fare fuoco alla sua massima potenza necessita di una base salda al terreno. Da questa configurazione è possibile assumere quella dellAquarion Omega senza la necessità di separare e riunire i Vector.
Cherubim Mars
È la fusione tra il Vector Mars e il soldato Cherubim degli Angeli delle Tenebre. Questa configurazione appare nella puntata 22.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Apollo[modifica | modifica wikitesto]

Apollo è il protagonista di Aquarion. Salvato da quello che poi diventerà il suo migliore amico, Baron, trascorre l’infanzia in un gruppo di bambini senza casa. Nell’anime rappresenta il primo Chakra o Muladhara.
Non ricorda nulla del suo passato, infatti lo stesso nome, Apollo, gli fu dato dall’amico.
Indicato da Rena come possibile element e reincarnazione dell’angelo delle tenebre Apollonius, viene rintracciato ad Arc City da Pierre e Silvia, ma li seguirà solo in seguito alla cattura dei suoi amici da parte della bestia mietitrice.
Apollo ha uno spirito nobile e un cuore puro, sebbene questa parte di lui resti spesso nascosta dietro un atteggiamento rozzo e aggressivo, a tratti anche animalesco, tanto da ricordare un cane randagio (cammina indifferentemente a due o quattro zampe, mangia qualunque cosa gli capiti a tiro...). Questo suo comportamento fa in modo che si dubiti della sua natura fino all’ultimo.
Ha ricevuto in dono un incredibile istinto naturale, uno sviluppatissimo senso olfattivo e un’ottima vista.
Nel corso della serie instaura con Silvia un rapporto di odio/amore, costellato di litigi e risse che sfocerà in un sentimento più elevato verso le ultime puntate.
Apollo non ha ricordi della sua vita precedente e questo creerà dei forti contrasti tra lui e Sirius, in quanto quest’ultimo è convinto di essere la vera reincarnazione di Apollonius. In Aquarion Evol si scoprirà che in realtà è la reincarnazione di Pollon, il cane alato di Apollonius, spiegando il suo comportamento animalesco e il suo olfatto sopraffino .
È uno dei migliori piloti della Deava e possiede una buona dose di potenziale grezzo.

Silvia de Alisia[modifica | modifica wikitesto]

Protagonista femminile di Aquarion. Silvia è la principessa secondogenita degli ex regnanti di Alisia, deceduti in un incendio, e la reincarnazione della donna umana amata da Apollonius.
Ha una forte dipendenza e ammirazione per il fratello maggiore, Sirius, che considera la vera reincarnazione di Apollonius e di cui è molto gelosa.
Ciò la porta ad essere costantemente in conflitto con Apollo, che considera un impostore e un selvaggio. Verrà spesso chiamata da lui principessa fessa.
Con il passare della serie maturerà molto, arrivando ad accettare i veri sentimenti che nutre per il ragazzo e a staccarsi dal fratello.
Silvia possiede un’ala sul braccio sinistro, segno della sua appartenenza alla stirpe di Apollonius, che tiene nascosta sotto uno speciale bracciale.
Pur essendo uno spirito romantico tende ad avere atteggiamenti spesso mascolini. È dotata di una forza sovrumana e del potere sia della telecinesi che della psicocinesi.
Il suo libro preferito è “Alice del paese delle meraviglie” di L. Carroll e il suo cibo preferito è la torta di fragole. Vive circondata dai suoi peluche.
Silvia rappresenta il quarto chakra o Anahata.

Sirius de Alisia[modifica | modifica wikitesto]

Fratello maggiore di Silvia, Sirius si definisce un esteta e un perfezionista. Abile spadaccino, è considerato (e si considera) la reincarnazione di Apollonius fino all’arrivo di Apollo.
Sirius si dimostrerà molto astioso verso quest’ultimo, sia per il suo stile di vita molto distante dai suoi canoni, sia per la gelosia che nutre nei suoi confronti e che lo porterà verso la fine della serie a tradire i compagni per accostarsi agli angeli delle tenebre.
Sirius possiede come la sorella un’ala, ma sul braccio destro, segno della sua appartenenza alla stirpe di Apollonius, che nasconde sotto uno speciale bracciale.
Sembra provare una simpatia per Reika.
Nell’anime rappresenta il quinto chakra o Vishudda.

"Reika" Hong Lihua[modifica | modifica wikitesto]

Una ragazza sensitiva che crede di provocare la sfortuna sua e di quelli che la circondano. Reika tenta in tutti i modi di allontanare le persone da sé, ad eccezione di Sirius, che pare interessato a lei. Ciò la porta ad essere malvista dalla sorella di questi, Silvia.
In seguito all’incidente in cui rimarrà ferito Glen, Reika non riuscirà più ad effettuare con successo la fusione per molti episodi, ovvero finché non riuscirà a superare il suo blocco.
Pare che Tsugumi sia molto attratta a lei.
In Uragiri No Tsubasa occuperà una posizione di rilievo rispetto all’anime.
Reika rappresenta il sesto chakra o Ajna.

Pierre Vieira[modifica | modifica wikitesto]

In passato una stella del calcio brasiliana, Pierre è un element iperattivo, con un livello di serotonina doppio rispetto a quello dei compagni.
Con la sua continua ricerca di una ragazza con cui flirtare, Pierre nasconde il dolore per la perdita di un amore passato, tale Esperance, e del suo seguente matrimonio con il fratello di lui, Lopez. Proprio a causa di questo sentimento, ha sofferto per un breve periodo di una dipendenza da fusione.
Il suo attacco “Fire Kick” è una perfetta combinazione della sua passione per il calcio e il suo temperamento “focoso”.
Nonostante la sua continua ricerca di flirt e i suoi atteggiamenti da libertino, Pierre è tra gli element più lucidi, capace di stringere rapporti anche con persone in conflitto tra di loro, come Apollo e Silvia.
Mostra un sincero interessamento per Cloe.
Pierre rappresenta il terzo chakra o Manipura.

Chloe e Kurt Klick[modifica | modifica wikitesto]

Sono due fratelli gemelli in grado di comunicare telepaticamente.
Raramente partecipano al combattimento, preferendo invece il controllo e monitoraggio dei computer della Deava nella sala di comando.
Chloe è apparentemente molto seria e non parla molto con le persone, mentre Kurt, sebbene simile, è meno rigido.

Tsugumi Rosenmeier[modifica | modifica wikitesto]

Ha 15 anni, ed è una nuova element insieme ad Apollo e Jun. Ha un carattere timido, un po' pauroso, forse a causa del suo passato tormentato. Infatti è stata fin da piccola emarginata da tutti a causa del suo potere distruttivo: se il suo battito cardiaco aumenta per la paura o l'eccitazione (accade sempre quando Reika le sta vicino), gli oggetti esplodono, i computer vanno in tilt. Nell'episodio 8, Tsugumi sente parlare della fusione, e il pensiero diventa una vera e propria ossessione. Quando però viene chiamata a combattere, si ritira a piangere, tormentata dai ricordi. Al suo posto si offre Reika, la quale viene duramente colpita. In quel momento, Tsugumi si rende conto di non essere più sola, e che tutti guidati da Reika, l'hanno letteralmente tirata fuori dal baratro della solitudine. Tsugumi corre in aiuto di Reika, e si teletrasporta al posto suo. Inoltre nella puntata 24 si dichiara a Reika proprio durante la battaglia, e grazie a lei si apre il portale verso Atlandia. Inoltre diventa più decisa e forte, volendo proteggere lei gli altri, in particolare Reika.

Il personaggio nelle versione italiana è doppiato da Tosawi Piovani.

Jun Lee[modifica | modifica wikitesto]

14 anni. Arriva alla Deava insieme a Tsugumi. È un genio dell'elettronica, hacker specializzato, maniaco del cosplay e collezionista di bamboline mana-mana. Possiede il "Terzo occhio", un potere simile alla preveggenza, che in combattimento viene usato per individuare punti deboli nell'avversario. Sembra essere innamorato di Tsugumi.

Rena Rune[modifica | modifica wikitesto]

11 anni. Questa ragazzina si rivelerà poi una vampira. È anemica, e ha le gambe immobilizzate. Grazie ai compagni, particolarmente, Apollo e Silvia, riesce finalmente a mostrarsi per quello che è, senza paura. Ha una visione personale del mondo che la circonda, infatti non è propriamente cieca, ma riesce a vedere colonne d'energia al posto delle persone, o i personaggi sotto forma di disegnini animati (per esempio Apollo le appare con la coda spennacchiata da cagnolino che si lecca la zampa, Reika con le orecchie da gatto, ecc.).

Glen Anderson[modifica | modifica wikitesto]

17 anni. Il migliore amico di Reika e Sirius. Insieme, sono i primi in assoluto a fare la fusione sull'Aquarion. È quello che ne rimane più ferito dallo scontro, tant'è che entra in coma. Alla fine dell'episodio 11, Reika e Sirius vanno a portargli un mazzo di rose, ma scoprono che il ragazzo è stato trasferito alla base delle nazioni unite. Nel suo occhio verranno impiantate le piume di Futaba, un angelo catturato. Riappare sotto quest'aspetto nell'episodio 23, quando per fronteggiare Sirius (che ha tradito i suoi compagni), vengono chiamati i Vector Speciali, al capo della quale c'è proprio lui. Gli effetti sono una forza e una potenza incredibili, ma la mente del ragazzo è come quella di un robot, che non ha volontà propria ma obbedisce solo agli ordini dei superiori. Reika, vedendo i suoi compagni lottare fra loro, entrambi sottomessi da qualcosa, non riesce a trattenere le urla. Glen, riuscirà a sopraffare il potere della piuma, grazie alla ragazza. Però le ultime scene in cui appare sono a dir poco tragiche. Finito lo scontro con Moroha, un angelo delle tenebre che impediva a Reika e Apollo di passare, dietro alla ragazza appare la sua figura. Reika cerca di prendergli la mano, ma non ci riesce, guardando l'immagine che sorride svanire in lontananza. Che fine faccia in realtà non si sa, ma presumibilmente muore. Invece, alla fine del cartone viene mostrata la sua fine, che consiste nel autodistruggere l'aquarion dell'esercito per uccidere l'angelo delle tenebre Moroha.

Gen Fudo[modifica | modifica wikitesto]

Comandante della Deava. Abile prestigiatore e molto saggio. Quasi in ogni episodio recita una perla di saggezza riferita alla situazione in cui si trovano gli element. A dirla tutta, è lui che sprona chi si trova in pericolo ad affrontare le proprie paure. Anche in situazioni critiche rimane impassibile e calmo. Riesce a leggere le impronte. Per questa sua capacità di "onniscienza" alla fine del cartone Sophia chiede come fa a sapere sempre tutto, anche le frasi che Apollonius pronunciò 12.000 anni prima. Per questo si sospetta che sia lui, il terzo pilota il cui nome è cancellato dal libro della Sacra Genesi, a bordo dell'Aquarion 12.000 anni prima insieme ad Apollonius e Celiane (nella continuity degli OVA il terzo pilota è Scorpios, reincarnatosi in Reika). Nella versione ufficiale dell'anime si fa credere che sia Fudo il terzo pilota.
Nel sequel Aquarion Evol si scopre che il personaggio di Fudo è fermo e inamovibile, presente in ogni dove come la divinità buddista Acala (in giapponese chiamata appunto Fudo) da cui prende il nome e non è altro, così come spiegato da Mikage, che la reincarnazione dell'angelo delle tenebre Apollonius.

Sophia Belin[modifica | modifica wikitesto]

24 anni. Il suo ruolo non è ben chiaro, ma si tratta di una figura importante all'interno della Deava. Gli element oltre a combattere devono seguire lezioni come normali studenti (anche se con argomenti correlati all'Aquarion), ed è proprio lei a ricoprire questo ruolo. Molti elementi richiamano anche a un ruolo capo-medico, e anche da psicologa (più volte parla con gli element dei loro problemi). È certamente un personaggio di grande umanità, che si preoccupa sinceramente delle possibili sorti dei ragazzi che combattono.

Jean Jerome George[modifica | modifica wikitesto]

Vice-comandante della Deava. 23 anni. Ha una grande conoscenza linguistica, e una buona percezione della bellezza. Per quasi tutta la serie è piuttosto un personaggio antipatico e cinico. Fissato con le regole, al contrario di Fudo che fa tutto in modo stravagante, e certamente un po' invidioso in quanto nel primo episodio, l'uomo usurpa il posto di comandante. Negli ultimi episodi, però, non essendo presente Fudo, si ritrova a dover dare degli ordini, che comportano l'infrangimento di regole imposte dai superiori. Alla fine decide a favore dei ragazzi che vogliono partire per Atlandia a salvare Silvia, dando il consenso ad Apollo, Reika e Tsugumi di salire a bordo dei vector.

Baron[modifica | modifica wikitesto]

Il migliore amico di Apollo e colui che lo salvò quando erano al campo di concentramento. Insieme ne fuggirono e cominciarono a vivere nei bassifondi di Arc City, raggruppando intorno a loro altri bambini abbandonati. Viene catturato dalle bestie mietitrici nel primo episodio e in seguito risvegliato da Toma, solo per vederlo morire poco dopo, in seguito all’esplosione della sua stessa prigione. È colui che diede il nome “Apollo” al ragazzo.

Chibiko e Magi[modifica | modifica wikitesto]

Due dei bambini del gruppo di Apollo di cui si conoscono i nomi. Alla fine verranno liberati insieme agli altri.

Celiane de Alisia[modifica | modifica wikitesto]

Di lei si sa poco e niente, tranne che fu una guerriera e l'umana che divenne la compagna di vita dell'angelo Apollonius. Dopo la sua morte la sua anima si scinderà in due parti, una luminosa e l'altra oscura, reincarnandosi nei suoi discendenti Silvia e Sirius De Alisia prima e nella seconda serie in Mikono.

Angeli delle Tenebre[modifica | modifica wikitesto]

Si sono risvegliati dopo un sonno di 12000 anni e, rimasti in pochi, cercano di alimentare e far crescere l'Albero della Vita, senza il quale morirebbero definitivamente. Per farlo, utilizzano le Bestie Mietitrici che ipnotizzano gli esseri umani con il loro canto e li trasportano a bordo. Compiuto il loro dovere, esse vanno a posarsi direttamente sull'Albero che assorbe al suo interno il Prana, l'energia vitale degli esseri umani raccolta.

In combattimento, gli Angeli delle Tenebre si servono di Soldati Cherubim, gli equivalenti dell'Aquarion.

Apollonius[modifica | modifica wikitesto]

L'angelo che per amore di Celiane De Alisia, una donna umana, tradì i suoi simili schierandosi contro di loro al fianco degli umani. Per combattere creò il leggendario Aquarion col quale, insieme a Celiane e il terzo pilota, compì la Sacra Genesi e salvò il mondo. Nel penultimo episodio di Aquarion EVOL si scopre essere Fudo.

Toma[modifica | modifica wikitesto]

L'amante di Apollonius prima del suo tradimento per amore di Celiane. Benché una parte di lui odi Apollonius fin dal profondo del cuore, un'altra parte non riesce a dimenticarlo. Ne è prova uno dei vari flashback in cui si vedono Apollonius inchiodato ad una parete e Celiane per terra con Moroha pronto a giustiziarla: la donna sarà risparmiata solo se Apollonius tornerà da Toma ma egli, pur di salvare l'amata, si strapperà le ali lanciandosi in suo soccorso. Quelle ali verranno incastonate in un elmo, conservato da Toma gelosamente. Le sue ali sono collocate sulla testa, dietro la nuca.

Dopo la distruzione dell'Albero della Vita, compie la Nuova Genesi divina con Apollo e Sirius per salvare la Terra dalla sua distruzione. Nell'atto scopre che Apollo non è la reincarnazione del suo amato Apollonius ma bensì quella del cane alato Pollon. L'odio provocato da questa scoperta ha dato vita a un essere chiamato Mikage, che 12000 anni dopo, in EVOL, cerca la vendetta.

Johannes[modifica | modifica wikitesto]

Ha il volto coperto da una maschera di ferro e le ali incatenate ad una parete. Sembra essere il capo degli Angeli delle Tenebre, che si inchinano al suo cospetto rivolgendosi a lui con deferenza; non sembra tuttavia essere malvagio, come dimostrato dall'indulgenza nei confronti di Futaba, l'angelo bambino. Muore assorbito dall'Albero della Vita.

Moroha[modifica | modifica wikitesto]

È l'angelo delle Tenebre più sanguinario e crudele e, diversamente dagli altri che combattono per sopravvivere o per rancore verso Apollonius, lui si batte per puro odio verso gli umani. Muore nello scontro con Glen.

Futaba[modifica | modifica wikitesto]

È l'unico bambino tra gli Angeli delle Tenebre ai quali si diverte a fare scherzi. Viene catturato dagli umani per essere analizzato e muore per il trauma alla vista del laser che gli preleverà una piuma.

Otoha[modifica | modifica wikitesto]

È l'unico angelo femmina che col suo canto riesce a creare varchi dimensionali. Pur non confessandolo mai, prova un evidente amore per Toma da cui scaturisce una profondissima avversione per Apollonius, suo rivale nel cuore dell'amato. Nel finale cerca di uccidere Silvia stritolandola, ma la ragazza riesce a liberarsi e a colpirla. Morirà uccisa da Reika che, insieme a Pierre e Rena, comanda l'Aquarion Alpha. Ha quattro occhi e un corpo serpentiforme dalla vita in giù.

Shila[modifica | modifica wikitesto]

È un angelo dall'aspetto di due leoni con volto umano, uno bianco con la criniera blu, l'altro nero con la criniera rossa. Molto legato a Futaba, al quale spiega spesso le usanze umane. Muore assorbito dall'Albero della Vita.

Golshi[modifica | modifica wikitesto]

Ha l'aspetto di un gigante, che si esprime solo attraverso ruggiti e versi animaleschi. Muore assorbito dall'Albero della Vita.

Lensi[modifica | modifica wikitesto]

È un angelo anziano con quattro braccia e una coda da rettile, che sembra essere in qualche modo incaricato della creazione delle Bestie Mietitrici e dei Soldati Cherubim. Muore assorbito dall'Albero della Vita.

Censure nell'adattamento italiano[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Adattamento e censura degli anime.

L'edizione su DVD dell'anime, distribuita in Italia da MediaFilm è integrale con il doppiaggio fedele all'originale giapponese, mentre la versione trasmessa su MTV presenta alcune censure importanti nei dialoghi che sono stati opportunamente modificati[3]:

  • Riferimenti religiosi - Sono stati completamente eliminati. Nell'originale ci si riferisce alle creature leggendarie con appellativi come "Santo" e "Creatore", eliminati nel doppiaggio italiano.
  • Eccitazione - Nell'operazione di unione delle loro navicelle per formare Aquarion, i piloti provano un piacere simile all'orgasmo sessuale. Nel doppiaggio italiano, questa estrema eccitazione è stata molto attenuata.
  • Amore omosessuale - Durante una battaglia, Toma dice ad Apollo: "Sei stato il nemico che ho sempre amato". Nella versione per MTV la frase è resa con "Sei stato il nemico che ho sempre ammirato", sebbene ci siano altri riferimenti all'amore fra Toma e Apollonius rimasti non censurati.
  • Ciclo mestruale - Nell'episodio 11, Pierre chiede a Silvia, che sta sentendo freddo: "Silvia, ma non è che hai le tue cose?", e lei risponde "No, non ho le mie cose!". Su MTV il dialogo è stato modificato in: "Silvia, non ti facevo così freddolosa!", e lei risponde "Guarda che non lo sono affatto!".

OAV[modifica | modifica wikitesto]

Esistono due OAV che riguardano l'universo Aquarion:

  • Wings of Betrayal

"Uragiri no Tsubasa" (Le Ali del Tradimento), uscito in Giappone il 25/05/2007, è il primo OAV della serie Aquarion e va a comporre (in poco meno di due ore totali) una sorta di versione alternativa della trama. Il dvd è già disponibile ma la storia non si conclude, lasciando la fine al secondo OAV.

  • Wings of Glory

"Taiyou no Tsubasa" (Le Ali della Gloria) è il secondo OAV della serie Aquarion ed è il seguito del primo.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
Giappone Italia
1 I ricordi dell'angelo
「天翅の記憶」 - tenshi no kioku
4 aprile 2005 14 febbraio 2006
2 La bestia delle tenebre
「闇の獣」 - yami no kemono
11 aprile 2005 21 febbraio 2006
3 La scuola degli elementi
「エレメントスクール」 - eremento sukuru
18 aprile 2005 28 febbraio 2006
4 Il guerriero scalzo
「はだしの戦士」 - hadashi no senshi
25 aprile 2005 7 marzo 2006
5 Il re del labirinto sotterraneo
「地下迷宮の王」 - chika meikyū no ō
2 maggio 2005 14 marzo 2006
6 I pensieri oltre l'orizzonte
「想い彼方へ」 - omoi kanata he
9 maggio 2005 21 marzo 2006
7 Il cavaliere della rosa scarlatta
「深紅の薔薇の騎士」 - shinku no bara no kishi
16 maggio 2005 28 marzo 2006
8 La prima fusione
「はじめてのがったい」 - hajimete no gattai
23 maggio 2005 4 aprile 2006
9 Il sentiero dei sogni
「夢のかよひじ」 - yume no kayohiji
30 maggio 2005 11 aprile 2006
10 Le stelle in cielo i fiori sulla terra
「空に星、地に花」 - sora ni hoshi, chi ni hana
6 giugno 2005 18 aprile 2006
11 La felicità sul fondo del lago
「水底のしあわせ」 - suitei noshiawase
13 giugno 2005 25 aprile 2006
12 L'età dell'ambra
「琥珀の時」 - Kohaku no toki
20 giugno 2005 2 maggio 2006
13 Una lettera d'amore lunga 12.000 anni
「一万二千年のラブレター」 - ichiman nisen nen no rabureta
27 giugno 2005 9 maggio 2006
14 L'ombra luminosa
「光る影」 - hikaru kage
4 luglio 2005 16 maggio 2006
15 Il primo amore dell'Aquarion
「初恋のアクエリオン」 - hatsukoi no akuerion
11 luglio 2005 23 maggio 2006
16 Lo specchio nero
「黒い鏡」 - kuroi kagami
18 luglio 2005 30 maggio 2006
17 La fusione per poter mangiare
「食べたくて合体」 - tabetakute gattai
25 luglio 2005 6 giugno 2006
18 Cosplayer dell'anima
「魂のコスプレイヤー」 - tamashii no kosupureiya
1º agosto 2005 13 giugno 2006
19 Uno scherzo innocente
「けがれなき悪戯」 - kegarenaki itazura
8 agosto 2005 20 giugno 2006
20 Il suono delle ali degli angeli
「天翅の翅音」 - tenshi no shion
15 agosto 2005 27 giugno 2006
21 La via rossa
「紅い道」 - akai michi
22 agosto 2005 4 luglio 2006
22 Le ali invisibili
「見えない翼」 - mienai tsubasa
29 agosto 2005 11 luglio 2006
23 Le ali effimere
「翼、儚く」 - Tsubasa, hakanaku
5 settembre 2005 18 luglio 2006
24 La porta del cielo
「天空のゲート」 - tenkū no geto
12 settembre 2005 25 luglio 2006
25 La battaglia finale, Atlandia!
「決戦!!アトランディア」 - kessen!! atorandeia
19 settembre 2005 1º agosto 2006
26 Il giorno in cui il mondo ha inizio
「世界のはじまりの日」 - sekai no hajimari no nichi
26 settembre 2005 8 agosto 2006

Temi musicali[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora dell'anime è stata composta da Yoko Kanno.

Sigla iniziale
  1. Sousei no Aquarion Cantata da Akino Kawamitsu (Episodi 2-17)
  2. Go Tight! Cantata da Akino Kawamitsu (Episodi 18-25)
Sigla finale
  1. Omna Magni Cantata da Yui Makino (Episodi 2-13,15-24)
  2. Kouya no Heath (La Brughiera del Deserto) Cantata da Akino Kawamitsu (Episodio 14)
  3. Celiane Cantata da Gabriela Robin (Episodio 25)
Altri Temi
  1. Genesis of Aquarion Cantata da Akino Kawamitsu (Episodio 26)
Sigla Italiana
  1. Aquarion Cantata da Santo Verduci Musica & Arrangiamenti: ADJ & Dany Mombelli (trasmessa a luglio 2010 per le repliche sul canale televisivo Telemilano - Più Blu)

Manga[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2006 (durante la prima trasmissione della serie su MTV) è uscito in Italia nella collana Manga Graphic Novel della Planet Manga l'edizione italiana del manga Aquarion - La leggenda del futuro che consiste in un volume autoconclusivo scritto da regista dell'anime Shoji Kawamori e illustrato da Masamune Takahashi dedicato alle vicende dei piloti ausiliari[4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sebbene nell'edizione italiana il nome sia pronunciato Akuarion, la pronuncia delle sillabe (アクエリオン) è akuerion
  2. ^ Annuncio sul blog della serie EVOL
  3. ^ Per i riferimenti sulle censure dei dialoghi cfr. http://www.antoniogenna.net/doppiaggio/anim/aquarion.htm
  4. ^ Scheda del manga sul sito Anime-click

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga