Aqtau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Aqtau
città autonoma
Ақтау
Aqtau – Stemma
Aqtau – Veduta
Dati amministrativi
Stato Kazakistan Kazakistan
Oblys Mańğystau
Distretto Non presente
Territorio
Coordinate 43°39′N 51°12′E / 43.65°N 51.2°E43.65; 51.2 (Aqtau)Coordinate: 43°39′N 51°12′E / 43.65°N 51.2°E43.65; 51.2 (Aqtau)
Superficie 14 km²
Abitanti 201 443 (2009)
Densità 14 388,79 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 130000
Prefisso +7 (7292)
Fuso orario UTC+5
Targa R
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Kazakistan
Aqtau

Aqtau o Aktau (in kazako Ақтау, in russo Актау) è una città della penisola di Mangyshlak in Kazakistan, capoluogo dell'Oblys di Mańğystau e porto marittimo sul Mar Caspio

Il toponimo significa in kazako: la montagna bianca in virtù delle scogliere a strapiombo sul mare di Aqtau.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'agglomerato cittadino nacque grazie all'insediamento dei tecnici del Soviet dopo che nella zona furono scoperti importanti giacimenti petroliferi. Nel 1964 il nome venne cambiato in Ševčenko (in russo Шевченко) in onore del poeta ucraino Taras Hryhorovyč Ševčenko, toponimo che mantenne fino al dissolvimento dell'URSS nel 1992.

Energia[modifica | modifica sorgente]

Ad Aqtau era attiva una centrale elettronucleare, l'FBR BN-350, entrata in funzione nel 1973 e chiusa nel 1999; oltre che fornire l'alimentazione per la città, il BN-350 è stato usato per produrre plutonio e per la desalinizzazione dell'acqua marina per rifornire di acqua dolce la città.

Toponomastica[modifica | modifica sorgente]

Poiché Aqtau nacque come città militare, le vie non hanno nome e l'indirizzo consiste di tre numeri: il numero di isolato, il numero della costruzione ed il numero della casa o della stanza.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Aqtau è servita dall'aeroporto di Ševčenko, che dista circa 30 chilometri dal centro della città.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]