Apteryx australis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Kiwi australe
Kiwifugl.jpg
Apteryx australis
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Infraphylum Gnathostomata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Superordine Paleognathae
Ordine Apterygiformes
Famiglia Apterygidae
Genere Apteryx
Specie A. australis
Nomenclatura binomiale
Apteryx australis
Shaw, 1813
Sottospecie
  • Apteryx australis australis
  • Apteryx australis lawryi

Southern Brown Kiwi.png

Il kiwi australe o kiwi bruno (Apteryx australis Shaw, 1813) è un uccello della famiglia degli Apterigidi, endemico della Nuova Zelanda.[2]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il corpo del kiwi risulta arrotondato e le dimensioni sono rapportabili a quelle di una gallina domestica. Il maschio e la femmina sono piuttosto simili, anche se la seconda è leggermente più grande. Le dimensioni medie sono:[senza fonte]

  • Maschio - Altezza: 50–65 cm, peso: 1440-3060 g, lunghezza del becco: 110–155 mm.
  • Femmina - Altezza: 50–65 cm, peso: 2060-3850 g, lunghezza del becco: 130–205 mm.

Il piumaggio è bruno o grigio ed è filiforme, dall'aspetto quasi lanoso. Nonostante il nome Apteryx significhi senza ali, in realtà le ali esistono, ma sono talmente piccole da rimanere nascoste sotto le penne, mentre la coda è assente. Le zampe sono provviste di tre dita. Gli arti sono forti e robusti così da garantire una rapida corsa ed una certa agilità nel salto. Il becco è allungato e arcuato e all'estremità sono poste le narici (ricordiamo che in genere negli uccelli le narici sono alla base del becco).

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Alimentazione[modifica | modifica wikitesto]

La sua dieta si basa prevalentemente sulla cattura di piccoli invertebrati ma si nutre anche di frutta e foglie.

Riproduzione[modifica | modifica wikitesto]

Depone un uovo per volta, solitamente in una fossa scavata nel terreno. Il periodo di incubazione è molto lungo e va da 74 a 84 giorni e i piccoli lasciano il nido dopo circa una settimana dalla schiusa delle uova.[3]

Sistematica[modifica | modifica wikitesto]

Sono riconosciute valide due sottospecie:[2]

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

L'areale del kiwi bruno è ristretto alla regione di Fiordland (Isola del Sud) e all'isola di Stewart, con una popolazione isolata nell'area di Haast (Isola del Sud).[1]

Si adatta ad una varietà di habitat che vanno dalle dune costiere alle macchie e alle foreste.

Conservazione[modifica | modifica wikitesto]

Sull'isola di Stewart la popolazione è abbastanza ampia (circa 15.000 esemplari in un censimento del 2008), ancorché in lento declino; nel Fiordland sono stati stimati circa 14,500 esemplari mentre la popolazione di Haast è di appena 300 individui.[1]
La sua sopravvivenza è minacciata dalla introduzione di predatori alloctoni quali il tricosuro volpino (Trichosurus vulpecula) e l'ermellino (Mustela erminea) nonché di cani e gatti domestici, che predano sia le uova, sia i pulcini, potendo talora costituire una minaccia anche per gli esemplari adulti.

La IUCN Red List classifica pertanto A. australis come specie vulnerabile.

Parte del suo areale è protetto all'interno del Parco nazionale Fiordland.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) BirdLife International 2012, Apteryx australis in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.3, IUCN, 2014.
  2. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Apterygidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 5 maggio 2014.
  3. ^ Marchant S. & Higgins P.J., Handbook of Australian, New Zealand and Antarctic birds, Vol 1, Melbourne, Oxford University Press, 1990.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Baker, A. J.; Daugherty, C. H.; Colbourne, R.; McLennan, J. L., Flightless Brown Kiwis of New Zealand possess extremely subdivided population structure and cryptic species like small mammals in Proceedings of the National Academy of Sciences of the United States of America, vol. 92, 1995, pp. 8254-8258.
  • Colbourne, R., Kiwi (Apteryx spp.) on offshore New Zealand islands: populations, translocations and identification of potential release sites, Wellington, New Zealand Department of Conservation, 2005.
  • Colbourne, R., Bassett, S., Billing, A., McCormack, H., McLennan, J., Nelson, A. and Robertson, H., The development of Operation Nest Egg as a tool in the conservation management of kiwi, Wellington, Department of Conservation, 2005.
  • Heather, B. D.; Robertson, H. A., The field guide to the birds of New Zealand, Oxford, UK, Oxford University Press, 1997.
  • Holzapfel, S.; Robertson, H.A.; McLennan, J.A.; Sporle, W.; Hackwell, K.; Impey, M., Kiwi (Apteryx spp.) recovery plan 2008–2018, Wellington, Department of Conservation, 2008.
  • Marchant, S.; Higgins, P. J., Handbook of Australian, New Zealand and Antarctic birds, 1: ratites to ducks, Melbourne, Oxford University Press, 1990.
  • McLennan, J.A., Dew, L., Miles, J., Gillingham, N. and Waiwai, R., Size matters: predation risk and juvenile growth in North Island Brown Kiwi (Apteryx mantelli) in New Zealand Journal of Ecology, vol. 28, nº 2, 2004, pp. 241-250.
  • McLennan, J. A.; Potter, M. A.; Robertson, H. A.; Wake, G. C.; Colbourne, R.; Dew, L.; Joyce, L.; McCann, A. J.; Miles, J.; Miller, P. J.; Reid, J., Role of predation in the decline of kiwi, Apteryx spp., in New Zealand in New Zealand Journal of Ecology, vol. 20, 1996, pp. 27-35.
  • Robertson, H., Kiwi (Apteryx spp.) recovery plan 1996-2006, Wellington, Department of Conservation, 2003.
  • Robertson, H. A., Kiwi recovery plan 1996-2006, Wellington, Department of Conservation, 1998.
  • Robertson, H.A., Colbourne, R.A., Graham, P.J., Miller, P.J. and Pierce, R.J., Experimental management of Brown Kiwi Apteryx mantelli in central Northland, New Zealand, Bird Conservation International, 2010.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Apteryx australis in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.