Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Apparato d'Informazioni Generali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gihāz al-Mukhābarāt al-ʿĀmma
Apparato d'Informazioni Generali
Emblema ufficiale nella parte anteriore della sede al Cairo.
Emblema ufficiale nella parte anteriore della sede al Cairo.
Descrizione generale
Attiva 1954 - oggi
Nazione Flag of Egypt.svg Egitto
Tipo Servizio segreto
Compiti Polizia segreta
Sicurezza interna
Intelligence
Sede Il Cairo
Soprannome Mukhabaràt
Comandanti
Comandanti degni di nota Khāled Fawzī, Direttore

fonti nel testo

Voci di enti pubblici presenti su Wikipedia

L'Apparato d'Informazioni Generali (in arabo: جهاز المخابرات العامة, Gihāz al-Mukhābarāt al-ʿĀmma ), spesso chiamato semplicemente Mukhabaràt (in arabo: المخابرات, al-Mukhābarāt ), è un servizio segreto generale dell'Egitto, delegato alla sicurezza interna (controspionaggio) ma anche autorizzata a svolgere il suo servizio fuori dei confini nazionali. È la temuta polizia segreta che il Presidente Abd al-Fattah al-Sisi usa per tenere sotto controllo l'Egitto, in particolare nella brutale repressione del dissenso politico legato alla Fratellanza Musulmana.

Altri servizi d'informazione sono la Idārat al-Mukhābarāt al-Harbiyya wa al-Istiṭlāʿ (Direzione dei Servizi Militari e d'Indagine) e il Gihāz Mabāḥith Amn al-Dawla (Apparato d'Informazioni per la Sicurezza dello Stato).

Fu istituito negli anni cinquanta. Nel corso di numerosi anni il suo nome era conosciuto soltanto agli alti funzionari e ai direttori dei giornali governativi. Khaled Fawzi è il capo del Gihāz al-Mukhābarāt al-ʿĀmma dal 2014. Il suo predecessore più noto era stato 'Umar Sulayman, dal 1993 al 2011.

Responsabili dell'Apparato[modifica | modifica wikitesto]

  1. Zakariya Muhyi al-Din (1954–1956)
  2. Ali Sabri (1956–1957)
  3. Salah Nasr al-Nagumi (1957–1967)
  4. Amin Huwaydi (1967–1970)
  5. Muhammad Hafiz Isma'il (1970)
  6. Ahmad Kamil (1970–1971)
  7. Ahmad Isma'il 'Ali (1971–1973)
  8. Ahmad Abd al-Salam Tawfiq (1973–1975)
  9. Kamal Hasan Ali (1975–1978)
  10. Muhammad Sa'id al-Mahi (1978-1981)
  11. Muhammad Fu'ad Nassar (1981–1983)
  12. Rifa'at 'Othman Jibril (1983–1986)
  13. Amin Nimr (1986–1989)
  14. Omar Nagm (1989–1991)
  15. Nur al-Din 'Afifi (1991–1993)
  16. 'Umar Sulayman (1993-2011)
  17. Murad Murafi (2011-2012)
  18. Muhammad Rifa'at Shenata (2012-2013)
  19. Muhammad Ahmad Farid al-Tihami (2013-2014)
  20. Khaled Fawzi (2014-attuale)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]