Apios americana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Glicine tuberoso
Apios americana.jpg
Apios americana
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Fabales
Famiglia Fabaceae
Sottofamiglia Faboideae
Genere Apios
Specie A. americana
Nomenclatura binomiale
Apios americana
Medikus, 1787
Sinonimi

Glycine apios L.
Apios tuberosa Moench

Il glicine tuberoso (Apios americana Medikus) è una pianta perenne rampicante nativa dell'est dell'America settentrionale.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Ha fagioli e tuberi commestibili. Cresce fino a 3–4 m di lunghezza, con foglie pinnate lunghe 8–15 cm con 5-7 petali. Il fiore è da rosso-marrone a viola, prodotto in densi grappoli. Il frutto è un legume lungo 6–12 cm.

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

Apios americana è diffusa allo stato spontaneo in Canada e negli Stati Uniti, a oriente delle Montagne Rocciose, a latitudini molto diverse (dal Québec al Texas) [1].

Si è inoltre naturalizzata in Europa (Francia, Germania e Italia) e in Giappone. In Italia è limitata al nordovest [2].

Sistematica[modifica | modifica sorgente]

Apios americana fa parte della famiglia delle Leguminose o Fabacee e, all'interno di questa, della sottofamiglia delle Faboidee.

Inserita originariamente nel genere Glycine, a cui è strettamente imparentata, è stata successivamente spostata con poche altre specie nel genere autonomo Apios.

Usi[modifica | modifica sorgente]

I tuberi sono croccanti e nutrienti, con un alto contenuto di amido e specialmente di proteine. Si possono mangiare anche i semi.

La pianta era una delle più importanti piante commestibili dell'America settentrionale pre-colonizzazione, e ora viene usata in varie coltivazioni.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica