Antoniotto Usodimare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antoniotto Usodimare (Genova, 14161461 circa) è stato un navigatore italiano che operò al servizio del Portogallo.

Nato a Genova nel 1416 da famiglia facoltosa, viene da vari autori identificato con Antonio da Noli, ma l'identità fra i due non è accertata, né universalmente riconosciuta, anzi da altri autori confutata[1][2][3]. Fu inizialmente commerciante e navigatore, ma il cattivo andamento degli affari lo costrinse a rifugiarsi dapprima a Siviglia e successivamente, nel 1453, in Portogallo.

Come altri navigatori italiani, venne ingaggiato da Enrico il Navigatore e nel 1456 si unì ad Alvise Da Mosto per proseguire l'esplorazione del fiume Gambia che quest'ultimo aveva iniziato l'anno precedente insieme ad Antonio da Noli. Insieme si inoltrarono per oltre 100 km all'interno del continente, venendo a contatto pacifico con le popolazioni locali. Sulla via del ritorno toccarono le Isole Bissagos e alcune delle Isole di Capo Verde, senza tuttavia esplorarle in modo sistematico (cosa che fece invece negli anni successivi Antonio da Noli, da allora ritenuto il loro vero scopritore).

Dopo questo viaggio, di Antoniotto Usodimare si perdono le tracce. Da una lettera ai suoi creditori e da una descrizione in latino dei suoi viaggi denominata "Itinerari", entrambi conservati a Genova, si potrebbe datare la sua scomparsa intorno al 1461.

Il suo nome è stato dato ad un cacciatorpediniere della Regia Marina italiana che operò durante la seconda guerra mondiale e ad una nave mercantile italiana della serie Navigatori, appartenuta prima alla Italia di Navigazione di Genova e poi alla compagnia Lloyd Triestino di Trieste.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ N. Sarto, op. cit.
  2. ^ Emanuele Diotto. Antonio da Noli e la scoperta delle isole del Capo Verde, "La casana", 1983, 4, 10-15
  3. ^ T. O. De Negri, op. cit., p. 613

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Teofilo Ossian De Negri, Storia di Genova, Firenze, Giunti, 2003. ISBN 8809029321.
  • Nicola Sarto. Gli esploratori - poi cacciatorpediniere - classe "Navigatori", "Marinai d'Italia", 2007, 12, 17-32.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Biografie