Antonio del Giudice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio del Giudice, principe di Cellamare (Napoli, 1657Siviglia, 1733) è stato un diplomatico ispano-italiano, al servizio del Regno di Spagna.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Combatté nella Guerra di successione spagnola (1701-14). Fatto prigioniero a Gaeta durante il conflitto, venne liberato nel 1712 e nominato ambasciatore alla corte di Luigi XIV di Francia.

Per aver cospirato, in seguito alla morte del re (1715) assieme col cardinale Giulio Alberoni, contro il reggente Filippo II di Borbone-Orléans, venne arrestato ed esiliato dalla Francia (1718). Tale complotto, passato alla storia come congiura di Cellamare, fu probabilmente orchestrato dal re di Spagna Filippo V di Spagna.

Tornato in Spagna, ebbe dal re la capitaneria della Vecchia Siviglia.

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie