Antonio Valente (scenografo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Valente (Sora, 14 luglio 1894Roma, 30 giugno 1975) è stato un architetto e scenografo italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in architettura alla scuola Superiore di Architettura di Roma, si specializza successivamente in scenografia e costumi a Parigi e a Berlino, tornato in Italia inizia a collaborare con le produzioni cinematografiche a Roma negli anni 20.

Diviene collaboratore dei fratelli Bragaglia al Teatro degli Indipendenti, realizza i Carri di Tespi, una struttura teatrale viaggiante, progettata per essere facilmente montata, smontanta in breve tempo, e facilmente trasportabile, per portare gli spettacoli nei luoghi privi di ambienti adatti.

Stabilimenti Pisorno nel 1938, progettati da Antonio Valente

Il primo progetto importante è quello del 1933, la realizzazione degli studi cinematografici Pisorno a Tirrenia, di proprietà del commediografo e regista Giovacchino Forzano, sarà questo centro di produzione di film uno dei più importanti prima della realizzazione nella capitale di Cinecittà.

Negli studi della Pisorno, si occupa di scenografie e arredamento per i film che vengono girati all'interno degli stabilimenti.

Progetta inoltre a Roma gli stabilimenti cinematografici della De Paolis, sulla via Tiburtina, e SAFA Palatino al Celio, oltre ad un gran numero di sale teatrali e cinematografiche.

Realizza nel 1935 quello che sarà uno dei suoi maggiori lavori il Centro Sperimentale di Cinematografia, dove dal 1936 al 1968, insegna scenotecnica ed arredamento.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA.VV. La città del cinema, Napoleone Roma 1979.