Antonio Tarantino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Tarantino
Nazionalità Italia Italia
Genere Música popular brasileira
Periodo di attività 1984 – in attività
Strumento chitarra
Etichetta Casa Musicale Eco
Album pubblicati 9
Studio 7
Opere audiovisive 3
Sito web

Antonio Tarantino (San Paolo Bel Sito, 27 novembre 1964) è un chitarrista italiano, didatta, interprete e compositore di musica brasiliana.

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Ha iniziato lo studio della chitarra classica presso il Conservatorio di Benevento e l'ha concluso in quello di Avellino conseguendo il diploma nel 1987.

Nello stesso anno ha conseguito anche il diploma di chitarra classica all'Accademia Filarmonica di Bologna.

Ha poi conseguito il diploma accademico di 2º livello in chitarra al Conservatorio di Napoli nel 2006 con il massimo dei voti e con una tesi sui
"12 Studi per chitarra" di Heitor Villa-Lobos.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

I suoi interessi musicali spaziano dalla musica classica al pop-rock, dalla musica napoletana al fado portoghese, dalla fusion al latin-jazz, dal flamenco alla musica latina,
dal jazz alla musica brasiliana.

Ha quindi proseguito una intensa attività concertistica[1], sia come solista sia come componente di gruppi musicali, specializzandosi nella musica brasiliana.

Nel 1993 è stato consulente di Franco Mussida al Centro Professione Musica di Milano nel corso di chitarra e laboratorio di musica d'insieme nel Carcere di San Vittore.

Ha fatto parte per diversi anni del cast delle reti Mediaset come chitarrista di flamenco moderno.

Dal 1993 al 2003 ha collaborato con la rivista Guitar Club di Milano con articoli, recensioni e trascrizioni sulla chitarra brasiliana, flamenco, latino-americana e moderna.

Contemporaneamente ha inciso diversi album, sia come solista che in collaborazione con importanti artisti, fra i quali si citano Patrick Djivas e Franz Di Cioccio della Premiata Forneria Marconi per un balletto approntato per la trasmissione Buona Domenica[1] e con Nino D'Angelo nel CD 'O schiavo e 'o rre del 2003 per il brano Rosanera[1].

Nel 2004 è presente nel doppio CD 36-The Fingerpicking.net Sampler insieme ad altri 35 chitarristi acustici tra cui Alex Britti.

Inoltre, ha registrato con Emanuele Ruffinengo (arrangiatore dei Pooh) e si è esibito occasionalmente con Toquinho.

Dotato di uno stile caratterizzato da sperimentazioni di tecniche percussive e chitarristico-elettriche al servizio della chitarra brasiliana.

Svolge attività concertistica come solista con un repertorio principalmente di musica popolare brasiliana, flamenco e latino-americana[1]. Fra le collaborazioni si citano Brasil e Music Club su Radio Uno, Les Joyeux Pickers su Oto Radio di Parigi, Premio Napoli su Rai Uno e Roxy Bar su Videomusic[1]. Ha partecipato a convention e festival nazionali ed internazionali suonando con Tommy Emmanuel, Buster B. Jones, Thom Bresh, Marcel Dadi, Larry Coryell, Franco Cerri[1], Jean Felix Lalanne, Albert Lee, Edward Gerhard, Werner Bauhofer, Eric Fievet, Mick Abrahams, John Stowell e molti altri.

Nel 2010 è presente, insieme ad altri 17 chitarristi, nel CD Playing Marcos Vinicius dove interpreta la Little Suite for Guitar del chitarrista e compositore brasiliano Marcos Vinicius.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Nel 1996 è stato eletto miglior chitarrista brasiliano italiano dal referendum indetto dalla rivista Chitarre di Roma.
Nel 1999 ha ricevuto l'encomio dal Consolato Generale del Brasile di Milano.

Festival[modifica | modifica sorgente]

  • 1994 Convention Nazionale ADGPA a Torino
  • 1997 Festival Internazionale di Poesia di Genova
  • 1997, 1998 e 2000 Convention Internazionali ADGPA a Soave
  • 2010 Acoustic Guitar International Meeting di Sarzana
  • 2010 Guitar International Rendez-Vous ADGPA a Conegliano

Discografia[modifica | modifica sorgente]

Solista[modifica | modifica sorgente]

  • 1995 La chitarra brasiliana [2]MC, etichetta Bèrben, Ancona
  • 1998 La chitarra nel flamenco moderno CD, etichetta Nuova Carisch, San Giuliano Milanese
  • 2002 O violào no Brasil CD, etichetta Berimbau, Treviso
  • 2008 Tocando Brasileiro CD[3], prodotto da Antonio Tarantino
  • 2010 Imagens do Brasil CD, etichetta Sonitus, Monvalle
  • 2011 La chitarra brasiliana CD, etichetta Casa Musicale Eco, Monza

Collaborazioni[modifica | modifica sorgente]

  • 2003 'O Schiavo e 'o rre CD, etichetta Sony Music, Stati Uniti
  • 2004 36-The Fingerpicking.net Sampler[1] doppio CD, etichetta Fingerpicking.net, Granarolo dell'Emilia
  • 2010 Playing Marcos Vinicius CD, etichetta Sonitus, Monvalle

Videografia[modifica | modifica sorgente]

  • 1998 La chitarra brasiliana VHS, etichetta Nuova Carisch, San Giuliano Milanese
  • 2003 La chitarra nel nuovo flamenco VHS, prodotto da Antonio Tarantino
  • 2010 Metodo di chitarra brasiliana DVD, etichetta Guitar Media Collection, Firenze

Metodi[modifica | modifica sorgente]

  • 1995 La chitarra brasiliana, metodo con MC, editore Bèrben, Ancona
  • 1998 La chitarra nel flamenco moderno[4], metodo con CD, (in italiano e spagnolo) editore Nuova Carisch, San Giuliano Milanese
  • 2002 La chitarra brasiliana, manuale, editore Intra's, Milano
  • 2011 La chitarra brasiliana, trattato con CD, editore Casa Musicale Eco, Monza

Composizioni[modifica | modifica sorgente]

  • 2000 5 Composizioni Originali per chitarra brasiliana, editore Intra's, Milano
  • 2010 3 Composiciones para guitarra flamenca, editore Armelin Musica, Padova
  • 2010 7 Composizioni Originali per chitarra brasiliana, editore Sonitus, Monvalle

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f g Luigi Lusenti, Brazilian Fiction in Chitarre, 1° febbraio 2003, p. 36-38.
  2. ^ Maurizio Franco, La chitarra brasiliana in Musica Jazz, 1° ottobre 1995.
  3. ^ Marino Vignali, Chitarra Brasiliana in Guitar Club, 1° marzo 2009, p. 54-55.
  4. ^ Lorenza Cristina Sianesi, La chitarra nel flamenco moderno in Strumenti Musicali, 1° giugno 1998, p. 18.

Generi musicali[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]