Antonio Salviati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Salviati (Vicenza, 18 marzo 1816Vicenza, 25 gennaio 1890) è stato un imprenditore italiano, fra i principali artefici della rinascita del vetro veneziano.

Nato a Vicenza, laureato in legge, da imprenditore comprese prima di altri le potenzialità del vetro veneziano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1859 aprì la sua prima azienda con il maestro Lorenzo Radi. Il successo arrivò, però, nel 1866, quando chiusa la prima avventura imprenditoriale, insieme all’archeologo e diplomatico inglese Austen Henry Layard ed allo storico ed antiquario inglese Sir William Drake fondò la Salviati & C, assumendone la direzione. Nell’estate dello stesso anno la società aprì il suo primo showroom a Londra, al 431 di Oxford Street.

Nel 1872 la società cambiò nome in “The Venice and Murano Glass and Mosaic Company Limited”. La “The Venice and Murano Glass and Mosaic Company Limited” chiamata anche “Compagnia di Venezia e Murano” nel 1919 si fuse con la “Pauly & C.”, altra azienda storica del vetro di Murano, dando vita alla attuale “Pauly & C. - Compagnia Venezia Murano”.

Sotto la direzione di Antonio Salviati e l’impulso dell’archeologo Sir Austen Henry LayardThe Venice and Murano Glass and Mosaic Company Limited” fu la vera artefice della rinascita del vetro artistico di murano.

Nel 1877 Austen Henry Layard liquidò Antonio Salviati che uscito dalla società fondò la ditta Salviati Dott. Antonio in cui lo seguirono i maestri vetrai Barovier che dopo la morte di Salviati acquisirono l’azienda creando la firma F.lli Barovier.

Antonio Salviati morì a Vicenza nel 1890 Controllo di autorità VIAF: 52485723 LCCN: n/83/239865