Antonio Pasculli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonino Pasculli (Palermo, 13 ottobre 1842Palermo, 23 febbraio 1924) è stato un oboista e compositore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Questo virtuoso dell'oboe (1842-1924) visse a Palermo e tenne svariati concerti per oboe in Italia, Germania ed Austria. Diresse concerti sinfonici molto popolari in Italia a quell'epoca.

Pasculli era sempre coinvolto con l'opera lirica: egli fece, infatti, un numero importante di trascrizioni per oboe e pianoforte (arpa): fantasie sui temi di opere liriche come La Favorita, I Vespri Siciliani, L'Elisir d'Amore, Rigoletto, Il Pirata, La Sonnambula, Un Ballo in maschera, Poliuto, di Vincenzo Bellini, Gaetano Donizetti, Gioacchino Rossini e Giuseppe Verdi.

L'esecuzione di queste fantasie richiedono una grande tecnica strumentale. Esse consistono in gran parte in alcune successioni di trilli, arpeggi e scale.

Le sue opere vennero dimenticate all'inizio del XX secolo, e rimasero nell'oblio fino a quando gli 'oboisti Heinz Holliger e Omar Zoboli, grazie a delle ricerche in varie biblioteche e presso i discendenti in Sicilia, riuscirono a "riscoprire" questa musica[senza fonte].

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Concerto on Themes from Donizetti's for oboe ~ Antonio Pasculli (Compositore), Ursula Eisert (Arpa), Yeon-Hee Kwak (Oboe), Chia Chou (Pianoforte)
  • Antonio Pasculli (Compositore), Christopher Redgate (Oboe), Stephen Robbings (Pianoforte)
  • Antonio Pasculli - The Paganini of the Oboe ~ Omar Zoboli (Corno inglese, Oboe), Giuliana Albisetti (Arpa), Antonio Ballista (Pianoforte).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 10034228 LCCN: n80057806