Antonio Pallavicini Gentili

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Pallavicini Gentili
cardinale di Santa Romana Chiesa
Cardinalbishop.svg
Nato 1441, Genova
Creato cardinale 9 marzo 1489 da papa Innocenzo VIII
Deceduto 10 settembre 1507

Antonio Pallavicini Gentili (Genova, 1441Roma, 10 settembre 1507) è stato un cardinale e vescovo cattolico italiano.

Proveniente da una famiglia di origine spagnola, era figlio di Balbiano e di Caterina Salvago.

Alcune fonti lo indicano con il nome di Antoniotto e lo segnalano come uno dei principali ecclesiastici del ramo genovese della nobile famiglia Pallavicini.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Papa Innocenzo VIII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 9 marzo 1489 e ricevette il titolo di cardinale presbitero di Sant'Anastasia.

Fu vescovo di Ventimiglia dal 1484, quindi vescovo di Orense dal 27 gennaio 1486. Fra il 1484 ed il 1489 fu anche datario apostolico presso la Curia Romana.

Dall'8 febbraio 1943 al 1494 fu camerlengo del Sacro Collegio.

È molto noto il ritratto che di lui fece Sebastiano del Piombo. Fu sepolto presso la chiesa di Santa Maria del Popolo a Roma.

Morì il 10 settembre 1507 all'età di 66 anni.

Conclavi[modifica | modifica wikitesto]

Antonio Pallavicini Gentili partecipò ai conclavi:

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]