Antonio Manrique de Lara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Manrique de Lara, secondo duca di Nájera (... – Navarrete, 13 dicembre 1535), fu viceré di Navarra dal 1516 al 1521.

Fu il secondogenito di Pedro Manrique de Lara, capitano generale della frontiera d'Aragona, Navarra e Jaén, e di Guiomar de Castro.

Il titolo di duca di Nájera venne concesso a Pedro dai sovrani Ferdinando d'Aragona e Isabella di Castiglia il 30 agosto 1482; il titolo venne ereditato da Antonio nel 1515, alla morte del padre.

Nel 1519 venne nominato da Carlo V cavaliere dell'ordine del Toson d'Oro.

Nel 1520 soffocò la rivolta antisignorile scoppiata a Nájera; nel 1521 sconfisse le truppe di Francesco I di Francia che assediavano la città di Logroño.

Onorificenze[modifica | modifica sorgente]

Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere dell'Ordine del Toson d'Oro
— [1]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Chevaliers de la Toison D'Or