Antonio Leonviola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Leone Viola (Montagnana, 13 maggio 1913Roma, 4 agosto 1995) meglio noto con lo pseudonimo di Leonviola è stato un regista cinematografico e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Montagnana nel 1913 vive a Padova; durante la guerra parte come operatore militare e filma parecchi film-documento per l'Istituto Luce. A 20 anni vince la medaglia d'oro al Festival del Cinema di Venezia del 1934, per la regia e realizzazione del film La fiera di tipi; collabora con lui l'amico Tommaso Marinetti. Si trasferisce a Roma cominciando a lavorare come sceneggiatore per poi iniziare la sua carriera di regista firmando un contratto con Carlo Ponti e Dino De Laurentiis.

Nel 1942 gli viene affidata la prima regia delle sue quattordici, un lungometraggio a soggetto, Rita da Cascia. Nel 1948-1949 va in Argentina a girare dei film con Amedeo Nazzari e Folco Lulli sempre per De Laurentiis.

Negli anni cinquanta dirige alcune commedie televisive per la RAI.[senza fonte]

Fa il regista fino al 1969; il suo ultimo film, prodotto dalla Cineriz, è I giovani tigri con Helmut Berger e Luca de Filippo.

Continua a scrivere sceneggiature per Ugo Tognazzi, Nino Manfredi e altri. Un suo libro, La virtù sdraiata, viene tradotto e distribuito in America e da esso quale Sidney Lumet realizza un film con Omar Sharif e Anouk Aimée, La virtù sdraiata.

In età avanzata nel 1982 apre una scuola di cinema nella sua casa sulle colline romane, L'università del Cinema di San Cesareo la prima scuola italiana d'avanguardia ad inserire il digitale al posto della pellicola, con la collaborazione della regista sceneggiatrice Sofia Scandurra e Cesare Zavattini, dalla scuola escono giovani come Manuele Crialese, Bogdan Dreyer, i fratelli Mazzieri ecc. Ancora oggi la scuola diretta da Sofia Scandurra riceve studenti da tutto il mondo. Il motto di LeonViola era Il cinema si impara facendolo.[senza fonte]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Sceneggiatore[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Catalogo Bolaffi del cinema italiano i registi Torino 1979
  • Dizionario dei registi di Pino Farinotti SugarCo Milano 1999

Controllo di autorità VIAF: 10051000 LCCN: no/2006/68518