Antonio Leonviola

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Leone Viola (Montagnana, 13 maggio 1913Roma, 4 agosto 1995) meglio noto con lo pseudonimo di Leonviola è stato un regista cinematografico e sceneggiatore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Montagnana nel 1913 vive a Padova; durante la guerra parte come operatore militare e filma parecchi film-documento per l'Istituto Luce. A 20 anni vince la medaglia d'oro al Festival del Cinema di Venezia del 1934, per la regia e realizzazione del film La fiera di tipi; collabora con lui l'amico Tommaso Marinetti. Si trasferisce a Roma cominciando a lavorare come sceneggiatore per poi iniziare la sua carriera di regista firmando un contratto con Carlo Ponti e Dino De Laurentiis.

Nel 1942 gli viene affidata la prima regia delle sue quattordici, un lungometraggio a soggetto, Rita da Cascia. Nel 1948-1949 va in Argentina a girare dei film con Amedeo Nazzari e Folco Lulli sempre per De Laurentiis.

Negli anni cinquanta dirige alcune commedie televisive per la RAI.[senza fonte]

Fa il regista fino al 1969; il suo ultimo film, prodotto dalla Cineriz, è I giovani tigri con Helmut Berger e Luca de Filippo.

Continua a scrivere sceneggiature per Ugo Tognazzi, Nino Manfredi e altri. Un suo libro, La virtù sdraiata, viene tradotto e distribuito in America e da esso quale Sidney Lumet realizza un film con Omar Sharif e Anouk Aimée, La virtù sdraiata.

Nel 1983, con la collaborazione della regista e sceneggiatrice Sofia Scandurra (sua moglie) e Cesare Zavattini, apre una scuola di cinema nella sua casa sulle colline romane: L'università del Cinema di San Cesareo, la prima scuola italiana d'avanguardia a inserire il digitale al posto della pellicola. Dalla scuola escono giovani talenti come Manuele Crialese, Bogdan Dreyer, i fratelli Mazzieri. Ancor oggi la scuola, diretta fino alla sua morte da Sofia Scandurra, accoglie studenti da tutto il mondo. Il motto di LeonViola era Il cinema si impara facendolo.[senza fonte]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Catalogo Bolaffi del cinema italiano i registi Torino 1979
  • Dizionario dei registi di Pino Farinotti SugarCo Milano 1999

Controllo di autorità VIAF: 10051000 LCCN: no/2006/68518