Antonio Janigro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Janigro (Milano, 21 gennaio 1918Milano, 1 maggio 1989) è stato un violoncellista e direttore d'orchestra italiano.

Ha studiato musica presso il Conservatorio di Milano e l'Ecole Normale de Musique di Parigi. Iniziò la carriera da solista ancora prima di terminare gli studi, esibendosi con orchestre e direttori importanti[senza fonte] e lavorando con i pianisti Carlo Zecchi, Paul Badura-Skoda e Dinu Lipatti.

Nel 1939 si stabilì a Zagabria dove rimase per quasi trent'anni, insegnando alla Scuola di Musica Beethoven e all'Accademia Musicale di Zagabria. Fu direttore dell'Orchestra da Camera della radiotelevisione di Zagabria, oggi Radiotelevisione Croata, e fondò l'orchestra I solisti di Zagabria.

Rientrato a Milano, divenne direttore dell'Angelicum. In seguito si trasferì in Germania, a Saarbrücken prima, dove diresse l'Orchestra da camera della radio, e a Düsseldorf poi, dove insegnò al Conservatorio Robert Schumann.

A Salisburgo diresse la Camerata Academica e tenne lezioni di perfezionamento al Mozarteum. Proseguì la sua attività di insegnante anche in Portogallo, Gran Bretagna e Canada

Tra i suoi allievi figurano Enrico Dindo, Julius Berger, Antonio Meneses, il violoncellista e compositore palermitano Giovanni Sollima e il violoncellista veneto Mario Brunello. Controllo di autorità VIAF: 59269844 LCCN: nr/90/20537 SBN: IT\ICCU\CUBV\012851