Antonio Buoncristiani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Buoncristiani
arcivescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Antonio Buoncristiani.svg
Fides per caritatem
Titolo Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino
Incarichi attuali Arcivescovo di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino
Incarichi ricoperti Vescovo di Porto-Santa Rufina
Nato 20 dicembre 1943 (71 anni) a Cerreto di Spoleto
Ordinato presbitero 13 luglio 1968
Nominato vescovo 22 luglio 1994 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo 1º ottobre 1994 dal cardinale Agostino Casaroli
Elevato arcivescovo 23 maggio 2001 da papa Giovanni Paolo II

Antonio Buoncristiani (Cerreto di Spoleto, 20 dicembre 1943) è un arcivescovo cattolico italiano, dal 23 maggio 2001 arcivescovo metropolita di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Cerreto di Spoleto, in provincia di Perugia ed arcidiocesi di Spoleto-Norcia, il 20 dicembre 1943.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli studi presso il Pontificio Seminario Regionale Umbro di Assisi e l'Almo Collegio Capranica di Roma consegue la licenza in teologia e scienze sociali presso la Pontificia Università Gregoriana, consegue la laurea in diritto canonico presso la Pontificia Università Lateranense e quella in scienze politiche presso l'Università degli Studi di Perugia.

È ordinato presbitero per la diocesi di Foligno il 13 luglio 1968. Dopo l'ordinazione è parroco e segretario della visita pastorale e del sinodo diocesano di Foligno. Nel 1976 entra nel servizio diplomatico della Santa Sede ed è consigliere di nunziatura in Costa Rica, Zambia e Malawi. Nel 1981 rientra in diocesi ed è nominato vicario generale dal vescovo di Foligno Giovanni Benedetti; contemporaneamente insegna sociologia e psicologia della religione presso l'istituto teologico e l'istituto superiore di scienze religiose di Assisi.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 luglio 1994 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di Porto-Santa Rufina; riceve l'ordinazione episcopale il 1º ottobre successivo nella cattedrale di Foligno dal cardinale Agostino Casaroli, coconsacranti l'arcivescovo Jean-Louis Tauran (poi cardinale) ed il vescovo Giovanni Benedetti. Compie il suo ingresso nella sede suburbicaria il successivo 23 ottobre.

Tra il 1997 ed il 1999 è delegato pontificio per la Società San Paolo ed in particolare per i loro periodici.

Il 23 maggio 2001 è nominato arcivescovo metropolita di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino da papa Giovanni Paolo II[1]; il successivo 24 giugno compie il suo ingresso nell'arcidiocesi ed il 29 giugno riceve il pallio dal pontefice in piazza San Pietro.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Genealogia episcopale.
Trattamenti di
Antonio Buoncristiani
Stemma
Arcivescovo di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino
Trattamento di cortesia Sua Eccellenza
Trattamento colloquiale Vostra Eccellenza
Trattamento religioso Arcivescovo
Trattamento alternativo Monsignore
I trattamenti d'onore

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Rinuncia dell'arcivescovo di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino (Italia) e nomina del successore

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Porto-Santa Rufina Successore BishopCoA PioM.svg
Diego Natale Bona 21 luglio 1994 - 23 maggio 2001 Gino Reali
Predecessore Arcivescovo di Siena-Colle di Val d'Elsa-Montalcino Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Gaetano Bonicelli dal 23 maggio 2001 in carica

Controllo di autorità VIAF: 81734172