Antonio Bernardi (filosofo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antonio Bernardi
vescovo della Chiesa cattolica
BishopCoA PioM.svg
Incarichi ricoperti Vescovo di Caserta;
Nato 1502, Mirandola
Consacrato vescovo 1553
Deceduto 3 giugno 1565, Bologna

Antonio Bernardi (Mirandola, marzo 1502Bologna, 3 giugno 1565) fu un filosofo aristotelico, nominato vescovo di Caserta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Duomo di Mirandola

Il Bernardi aveva compiuto gli studi presso l'università di Bologna avendo come maestri Ludovico Boccadiferro e Pietro Pomponazzi. Si trasferì poi a Roma presso la corte di Alessandro Farnese, dove frequentò Pietro Bembo, Giovanni Della Casa e Paolo Giovio, e si conquistò una fama di filosofo aristotelico e letterato.

Il 18 ottobre 1553 fu consacrato vescovo di Caserta. Gli ultimi anni della vita li trascorse a Parma nel monastero di San Giovanni dei Cassinesi. Fu tumulato nel Duomo di Mirandola, ma il suo sepolcro andò disperso nel 1789.

In occasione del 5º centenario della sua nascita, il 30 novembre 2002, il Centro Internazionale Giovanni Pico della Mirandola gli dedicò un convegno[1].

Lo scrittore Antonio Saltini ha utilizzato la figura di Antonio Bernardi come personaggio del suo romanzo storico L'assedio della Mirandola.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Monomachia, dove si sostiene che il duello è legittimo secondo la ragione e la filosofia morale ma illecito sotto il punto di vista religioso.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi Google Libri.
  2. ^ Duello cavalleresco.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • AA. VV., Antonio Bernardi della Mirandola (1502-1565). Un aristotelico umanista alla corte dei Farnese. Atti del convegno "Antonio Bernardi nel V centenario della nascita" (Mirandola, 30 novembre 2002), a cura di M. Forlivesi, Firenze, Olschki, 2009. ISBN 978-88-222-5846-5.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Paola Zambelli, «BERNARDI, Antonio», in Dizionario Biografico degli Italiani, Volume 9, Roma, Istituto dell'Enciclopedia Italiana, 1967.