Anton Stamitz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonín Tadeáš Jan Nepomuk Stamic, o Anton Thadäus Johann Nepomuk Stamitz[1] (Mannheim, 1750 o 1754Parigi, 1798 o 1809), è stato un compositore e violinista tedesco.

Anton e il fratello Carl impararono a suonare il violino dal padre Johann. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1757, vennero affidati a Christian Cannabich, che aveva studiato presso il loro padre. All'epoca entrambi erano già violinisti nella celebre Cappella di Mannheim, contribuendo al suo sviluppo.

Nel 1770, Anton e Carl visitarono Parigi e il primo vi si stabilì, lavorando tra il 1782 e il 1789 nell'orchestra reale di corte a Versailles e ottenendo il titolo di "ordinaire de la musique du roi". Fu inoltre insegnante di violino di Rodolphe Kreutzer[2].

Benché non si abbiano notizie sulla sua vita fino al 1798, morì probabilmente a Parigi, al più tardi nel 1809.

Elenco di opere scelte[modifica | modifica wikitesto]

  • Almeno quattro concerti, in si bemolle, in fa (1779), in sol e in re per viola d'amore, oggi eseguiti anche alla viola
  • Circa venti concerti per violino
  • Diversi concerti per flauto
  • Un concerto per due flauti in sol
  • Quattro concerti per due clarinetti o per clarinetto e violino
  • Diversi quartetti per archi[3] e sinfonie
  • Capricci per flauto solo
  • Sei duo per due flauti, pubblicati come op. 1
  • Una sinfonia concertante in re per due flauti e orchestra

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Brief biography, HOASM. URL consultato il 23 dicembre 2007.
  2. ^ Zdenko Silvela, A new history of violin playing : the vibrato and Lambert Massart's revolutionary discovery, USA, Universal Publishers, 2001, p. 107, ISBN 1-58112-667-0. URL consultato il 23 dicembre 2007.
  3. ^ Per esempio this set of six quartets opus 30, for "due violini alto e basso concertati", M. de la Chevardiere, 1778, OCLC 66551007. URL consultato il 23 dicembre 2007.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 59270926 LCCN: n/81/018997