Anton Popovič

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anton Popovič (19331984) è stato un semiologo cecoslovacco, studioso della traduzione e teorico del testo, faceva capo alla scuola di Nitra.

È stato tra i primi ad applicare la teoria semiotica allo studio della traduzione nel libro Teória umeleckého prekladu (o "Teoria della traduzione artistica"), del 1975, pubblicato in italiano col titolo La scienza della traduzione. Aspetti metodologici. La comunicazione traduttiva. Considerando la traduzione un caso particolare di metacomunicazione, ha coniato i termini "prototesto" e "metatesto" per denotare ciò che negli anni sessanta era noto come "testo di partenza" e "testo d'arrivo". Ha anche coniato il termine "traduzionalità" (prevodnost'), che indica le caratteristiche di un testo come testo tradotto, e il termine "creolizzazione", che denota una forma verbale intermedia tra il testo nella cultura emittente e il testo nella cultura ricevente.

I suoi libri sono stati tradotti in italiano, tedesco, russo.

Riferimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Popovič, A. (2006), La scienza della traduzione: aspetti metodologici; la comunicazione traduttiva, a cura di Bruno Osimo, Ulrico Hoepli, Milano, ISBN 88-203-3511-5.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 59497137