Antoine Parmentier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antoine Parmentier

Antoine Augustin Parmentier (Montdidier, 17 agosto 1737Parigi, 17 dicembre 1813) è stato un agronomo, igienista e nutrizionista francese.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Fu farmacista nell'esercito durante la guerra dei Sette Anni, contro l'Inghilterra e la Prussia. Durante la sua detenzione in Germania,in un carcere prussiano scoprì le qualità nutritive di una pianta della famiglia delle solanacee, la patata.

Al suo ritorno in Francia, partecipò nel 1771 a un concorso indetto dal comune Besançon sulla sostituzione del frumento nella produzione del pane e preparò una dissertazione sulla patata, che lo rese celebre. Cercò, con l'appoggio di re Luigi XVI, di diffondere la coltivazione della patata creando una piantagione di questo tubero vicino a Neuilly-sur-Seine.

Per rimediare alla penuria di zucchero di canna, previde l'impiego di zuccheri estratti dall'uva e altri vegetali zuccherati. Si interessò alla conservazione della farina, del vino e dei prodotti caseari.

Ispettore generale del servizio di sanità, fece adottare dall'esercito la vaccinazione antivaiolosa e si occupò delle condizioni d'igiene sulle navi.

Fu uno dei fondatori della Scuola di Fornai in Francia.

Lavorò anche sul mais, l'oppio e lo sclerozio della segale. Previde la conservazione dei cibi tramite il freddo.

Scienziato dai molteplici interessi, participò, tra l'altro, alla vita sociale collaborando ai testi sulla riforma agraria proposti dal Parlamento. Fu ammesso all'Académie des sciences nel 1795.

La sua famiglia ha una tomba al Cimitero di Père Lachaise a Parigi. Tra le opere si può ricordare "le parfait boulanger ou traite complet sur la fabrication du pain" Par M.parmentier à Paris de l'impremerie royale, 1778

La diffusione della patata[modifica | modifica sorgente]

La fama maggiore di Parmentier è legata alla sua opera per la diffusione della patata. Nel 1771 l'accademia di Besançon aveva posto un concorso dal titolo: Quali sono i vegetali che possono essere sostitutivi in caso di carestia rispetto a quelli di impiego comune e la loro preparazione Parmentier curò la redazione di una memoria rimasta celebre sulla base dell'uso fatto mentre era farmacista al seguito delle truppe in tempo di guerra. La memoria fu premiata nonostante una legge del parlamento del 1748 che accusava il tubero di trasmettere infezioni.

Parmentier riesce a coinvolgere nella sua opera di diffusione persino il re e un fiore di patata viene messo sulla parrucca della regina.

Opere[modifica | modifica sorgente]

Tomba di Antoine Parmentier Cimitero di Père Lachaise

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Anne Muratori-Philip, Parmentier, Plon, Paris, 2 éd., 2006,
  • Antonio Saltini, Storia delle Scienze agrarie, Edizioni Edagricole (1989), vol.II, p. 394-396

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 14774750 LCCN: n82046952