Antipsicotico atipico

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Clozapina, il primo antipsicotico atipico

Gli antipsicotici atipici, conosciuti anche come antipsicotici di seconda generazione, sono una classe di farmaci antipsicotici usati per il trattamento di condizioni psichiatriche. Alcuni sono approvati per il trattamento della schizofrenia, per la mania e per il disturbo bipolare.

Entrambe le generazioni di antipsicotici (i classici e gli atipici) tendono a bloccare i recettori nella via dopaminergica a livello del SNC, ma gli atipici causano minore effetti collaterali come effetti extrapiramidali, rigidità muscolare e tremori involontari.

È ancora oggetto di dibattito se gli antipsicotici atipici siano più sicuri ed efficaci di quelli di prima generazione, in ogni caso, effetti avversi anche gravi, come discinesia tardiva, sindrome neurolettica maligna, prolungamento del QT e sindrome metabolica sono senz'altro presenti.

Alcuni farmaci[modifica | modifica sorgente]