Antiochia (famiglia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Gli Antiochia sono una famiglia di origine imperiale[1][2], il cui capostipite fu Federico di Antiochia figlio naturale di Federico II.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Federico di Antiochia trasse il cognome dall'investitura da parte del padre del principato di Antiochia[3]. Si sposò con Margherita di Giovanni di Poli, nipote di papa Innocenzo III e da loro nacque un Corrado, conte di Alba, Celano, Loreto ed Abruzzo. Scrive Filadelfo Mugnos che questa linea dinastica trova concordi tutti gli storici[1]. Il Papa, temendo che Corrado abbracciasse una politica contro la chiesa come quella paterna, non li investì delle terre di Sicilia, preferendo Carlo I D'Angiò, la famiglia si ritrovò così quasi senza possedimenti[4].

Arma[modifica | modifica wikitesto]

Di rosso, seminato di gigli d’oro. Alias: d’argento, all’aquila spiegata di nero, coronata dello stesso. (arme antica)[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Filadefo Mugnos, Teatro genologico delle famiglie del regno di Sicilia volume I pagina 69, Arnaldo Forni.
    «Per tutti gli storici affar chiaro che derivasse da Federico figlio naturale dell'imperatore Federico II».
  2. ^ a b Nobiliario di Sicilia di A. Mango di Casalgerardo. URL consultato l'11 aprile 2011.
  3. ^ Francesco Savasta, Il famoso caso di Sciacca pagina 25, 1843.
  4. ^ Francesco Savasta, Il famoso caso di Sciacca pagina 26, 1843.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Nobiliario di Sicilia di A. Mango di Casalgerardo, consultabile online.