Anthony Parker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anthony Parker
Anthony Parker Cavs1.jpg
Parker con la divisa dei Cleveland Cavaliers
Dati biografici
Nome Anthony Michael Parker
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Pallacanestro Basketball pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Ala piccola, guardia
Ritirato 2012
Carriera
Giovanili

1993-1997
Central High School
Bradley Braves Bradley Braves
Squadre di club
1997-1999 Philadelphia 76ers Philadelphia 76ers 39 (74)
1999-2000 Orlando Magic Orlando Magic 17 (57)
2000 Quad City Thunder Quad City Thunder 26
2000-2002 Maccabi Tel Aviv Maccabi Tel Aviv
2003 Virtus Roma Virtus Roma 27 (391)
2003-2006 Maccabi Tel Aviv Maccabi Tel Aviv
2006-2009 Toronto Raptors Toronto Raptors 235 (2785)
2009-2012 Cleveland Cavaliers Cleveland Cavaliers 204 (1562)
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Anthony Michael Parker (Naperville, 19 giugno 1975) è un ex cestista statunitense, professionista nella NBA, in Israele e in Italia.

Alto 198 cm per 98 kg di peso, ricopriva il ruolo di ala piccola.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Dopo gli anni alla Bradley University, al draft NBA del 1997 viene scelto con il numero 21 dai New Jersey Nets, che lo girano ai Philadelphia 76ers. Con la franchigia della Pennsylvania disputa soltanto 39 gare in due stagioni, per poi essere girato nel 1999-2000 agli Orlando Magic, senza ottenere più spazio e più fortuna.

Conclusa la deludente esperienza nella National Basketball Association (NBA), e dopo una parentesi in una lega minore Continental Basketball Association (CBA) con i Quad City Thunder, sbarca in Europa alla vigilia della stagione 2000-01, acquistato dal Maccabi Tel Aviv. Con la formazione israeliana può dimostrare finalmente il suo immenso talento, diventando il punto di forza della squadra, con cui vince la Suproleague 2001, due campionati e due coppe nazionali.

A gennaio del 2003, dopo essersi preso alcuni mesi di pausa dall'attività agonistica in occasione della nascita del suo primo figlio, sbarca in Italia per giocare nella Virtus Roma. Con la formazione capitolina disputa 26 partite, e al di là delle statistiche (14,5 punti, 5,6 rimbalzi, 17,1 di valutazione di media a partita) lascia un segno indelebile nel campionato italiano e nel cuore dei tifosi grazie alla completezza, alla spettacolarità e all'efficacia del suo gioco.

Proprio lo straordinario scorcio di stagione disputato a Roma fa sì che il Maccabi Tel Aviv lo riacquisti, proponendogli un ingaggio faraonico. Nei tre anni successivi (dal 2003 al 2006) conduce la squadra israeliana ad ogni genere di trionfo in campo nazionale ed europeo, con l'apice della conquista di due edizioni consecutive dell'Eurolega, arrivando ad essere unanimemente riconosciuto come uno dei più forti cestisti statunitensi che abbiano mai giocato in Europa.

Nell'estate del 2006 arriva il momento del ritorno dall'altra parte dell'oceano: a 31 anni firma un contratto triennale con i Toronto Raptors, e l'NBA lo riaccoglierà come una stella dopo averlo lasciato andare troppo presto.

Nel 2009 passa ai Cleveland Cavaliers, rifiutando offerte arrivategli dal vecchio continente. Il 28 giugno 2012 annuncia il ritiro dalla pallacanestro professionistica.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Squadra[modifica | modifica wikitesto]

Maccabi Tel Aviv: 2003-2004, 2004-2005
2000-2001
2000-2001, 2001-2002, 2003-2004, 2004-2005, 2005-2006
Maccabi Tel Aviv: 2001, 2002, 2004, 2005, 2006

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

Maccabi Tel Aviv: 2004-2005, 2005-2006
Maccabi Tel Aviv: 2003-2004
Maccabi Tel Aviv: 2004-2005, 2005-2006
Maccabi Tel Aviv: 2004

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]