Antestor

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Antestor
Thor Georg Buer e Lars Stokstad dal vivo all'Elements of Rock festival nel 2011.
Thor Georg Buer e Lars Stokstad dal vivo all'Elements of Rock festival nel 2011.
Paese d'origine Norvegia Norvegia
(Jessheim)
Genere Black metal[1][2]
Death metal
Doom metal
Unblack metal
Periodo di attività 1990- 2007
2009 -in attività
Etichetta Cacophonous Records[3]-

Endtime Productions[3]- Momentum Scandinavia[3] Fear Dark[3] Bombworks Records

Album pubblicati 18
Studio 9 + 2 demo + 1 ep
Live 2
Raccolte 7
Sito web

Gli Antestor sono un gruppo extreme metal norvegese; ad oggi sono l'unica band cristiana con un album distribuito dalla Cacophonous Records, che ha avuto sotto contratto gruppi come Dimmu Borgir, Sigh e Blood Storm[4].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo si è formato nel 1990 in Norvegia[5], precisamente a Jessheim. Dopo aver pubblicato due demo, nel 1994 pubblicano il loro primo full lenght Martyrium (bootleg con cassetta, solo nel 2000 è stato venduto in cd). Il gruppo preferisce definire il proprio genere "sorrow metal" piuttosto che black metal, genere con continui riferimenti satanici.[6]

Il primo demo The Defeat of Satan, contiene 4 canzoni e fu originariamente commercializzato sotto il nome di Crush Evil[5]. Il gruppo a causa della loro fede ha ricevuto diverse minacce di morte, Euronymous, chitarrista dei Mayhem, seminale gruppo black metal, una volta disse: "I Militanti del norwegian black metal costringeranno questa band a sciogliersi", ma questo non successe e per uno scherzo del destino Jan Axel Blomberg (conosciuto anche come Hellhammer, batterista dei Mayhem) è stato il session drummer nelle ultime 2 release del gruppo (Det Tapte Liv e The Forsaken)[7].

Despair, il primo demo pubblicato con il nome Antestor, contiene la cover di un antico inno norvegese dal titolo "Jesus, Ver Du Hjå Meg" ("Gesù, Stai Con Me").

Il primo album Martyrium non fu pubblicato su scala mondiale a causa di problemi con l'etichetta discografica e il secondo full lenght non uscirà prima del 1998, quando The Return of the Black Death uscì per la Cacophonous Records. Appena la casa discografica scoprì la fede cristiana dalla band, annullò la pubblicazione dell'album, che quindi è stato stampato in pochissime copie e attualmente si trova in vendita in pochi siti, comunque sia l'lp fu valutato positivamente dai blackster cristiani e non.

Il gruppo fu messo presto sotto contratto dalla Endtime Productions, un'etichetta christian metal che aveva lanciato anche gli Extol, che ristampò Martyrium. Gli Antestor rimasero nel silenzio fino al 2003 quando ripubblicarono i loro primi 2 demo in un CD dal titolo The Defeat of Satan. In seguito molti membri della band lasciarono il gruppo, tra i quali, anche il cantante Martyr. I componenti furono rimpiazzati dagli ex- membri dei Vaakevandring, un altro gruppo christian metal norvegese, che si era appena sciolto. Ronny Hansen, che scelse di chiamarsi Vrede, diventò il nuovo cantante, Morten Sigmund Mageroy (alias Sygmoon), il nuovo tastierista e Ann-Mari Edvardsen la nuova voce femminile. Anche il batterista Svein Sander (Armoth) abbandonò gli Antestor, lasciando il gruppo senza un batterista fisso per diversi anni.

Nel 2004 venne pubblicato l'EP Det Tapte Liv, con canzoni più strumentali e "meno" black metal, l'anno successivo uscì il nuovo album, chiamato The Forsaken, tutte e 2 queste pubblicazioni furono portate in porto grazie all'aiuto di Hellhammer, che poi viene sostituito da Tony Kirkemo. Nel 2009 Bjørn Leren ha affermato che gli Antestor non erano più momentaneamente attivi, Morten Sigmund Mageroy ha lasciato il gruppo nel 2007 passando ai Merylia, e Ronny Hansen sta collaborando con i Morgenroede. Gli Antestor si sono ufficialmente ri-uniti nel 2009 con una nuova formazione capeggiata da Ronny Hansen.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[3][modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sharpe-Young, Garry, Antestor, MusicMight. URL consultato il 21 dicembre 2009.
  2. ^ Ryhänen, Pekka, Antestor - Det Tapte Liv in Imperiumi.net, Open Publishing, 29 aprile 2004. URL consultato il 29 agosto 2007. (in Finnish). Translated quote: "[Their] old dark and slow sorrow metal has changed into more modern, artistic and fast black metal."
  3. ^ a b c d e http://www.discogs.com/artist/Antestor
  4. ^ Untitled Document
  5. ^ a b 首都圏で気になるお店ってどんなとこ - 美容系の物好きのつぶやきと東京都周辺のお店について
  6. ^ Antestor | Brani musicali gratuiti, date dei tour, foto, video
  7. ^ Encyclopaedia Metallum: The Metal Archives - Antestor

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal