Anselmo da Havelberg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anselmo da Havelberg
vescovo della Chiesa cattolica
Incarichi ricoperti Vescovo di Havelberg
Vescovo di Ravenna
Nato 1099
Consacrato vescovo 1129
Deceduto 1158

Anselmo di Havelberg (Liegi, 1099Milano, 12 agosto 1158) è stato un vescovo cattolico tedesco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La data di nascita di Anselmo non è nota. Divenne canonico regolare di premostratense e la tradizione lo vuole allievo di Norberto di Xanten. Nel 1129 fu consacrato vescovo di Havelberg. Tra il 1144 ed il 1150 fondò nel vecchio duomo di Havelberg un convento premostratense, ed elevò il capitolo della collegiata a capitolo del duomo. Prestò servizio diplomatico per tre sovrani: Lotario III, Corrado III e Federico Barbarossa. Visitò Costantinopoli e Tessalonica e dietro sollecitazione dell'imperatore di Bisanzio discusse con l'arcivescovo Niceta di Nicomedia (3 aprile 1136)[1] e con quello di Tessalonica le divergenze fra la fede cattolico-romana e quella greco-bizantina, delle quali discussioni rese conto nella sua opera Anticimenon (nota anche come Dialoghi). Nel 1147 fu nominato legato papale alla crociata dei Venedi. Nel 1155 divenne arcivescovo di Ravenna, ma, seguito Federico Barbarossa a Milano, rimase ucciso nell'assedio della città.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lorenzo Minio-Paluello, Iacobus Veneticus Grecus: Canonist and Translator of Aristotle, in Traditio 8 (1952), 269 (nuova edizione in : Lorenzo Minio-Paluello, Opuscula: The Latin Aristotle, Amsterdam, Hakkert, 1972) Questa disputa teologica ebbe luogo alla presenza del canonista e traduttore Giacomo da Venezia

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

in lingua tedesca salvo diverso avviso:

  • Hans Lauerer: Die theologischen Anschauungen des Bischofs Anselm von Havelberg gestorb. 1158: auf Grund der kritisch gesichteten Schriften dargestellt, Erlangen: Junge & Sohn 1911.
  • Sebastian Sigler: Anselm von Havelberg: Beiträge zum Lebensbild eines Politikers, Theologen und königlichen Gesandten im 12. Jahrhundert. Aachen: Shaker 2005 ISBN 3-8322-3916-2
  • Friedrich Wilhelm Bautz: Anselm, Bischof von Havelberg in Biographisch-Bibliographisches Kirchenlexikon (BBKL), vol. 1, Sp. 184–185
  • Hans Prutz: Anselm, Bischof von Havelberg in Allgemeine Deutsche Biographie (ADB), vol. 1, Duncker & Humblot, Leipzig, 1875, S. 478 f
  • Martin Grabmann: Anselm in Neue Deutsche Biographie, Band 1, Duncker & Humblot, Berlin 1953, S. 309 f., Digitalisat
  • Johann W. Braun: A. von Havelberg in Lexikon des Mittelalters, Band 1, Artemis & Winkler, München/Zürich 1980, ISBN 3-7608-8901-8, Sp. 678–679.
  • A. F. Riedel: Nachrichten über den Bischof Anselm von Havelberg, Gesandten der Deutschen Kaiser Lothar und Friedrich I. am Kaiserlichen Hofe zu Konstantinopel, nachmaligen Erzbischof und Exarchen von Ravenna. In: Allgemeines Archiv für die Geschichtskunde des Preußischen Staates. Band 8, Berlin Posen Bromberg 1832, S. 97-136 (Vollext) und S. 225-267 (Volltext).


Predecessore Vescovo di Havelberg Successore Bishopcoa.png
Gumberto
1120 - 1125
1129 - 1155 Walo
1155 - 1176
Predecessore Vescovo di Ravenna Successore Bishopcoa.png
Mosè da Vercelli
1144 - 1154
1155 - 1158 Guido di Biandrate
1191 - 1201

Controllo di autorità VIAF: 97626217 LCCN: n97089503