Anpan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anpan
Anpan.jpg
Origini
Luogo d'origine Giappone Giappone
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali pane, anko
 
Kimuraya (Ginza)

L'anpan (あんパン?) è un dolce giapponese, consistente in un panino dolce arrotolato pieno di anko (marmellata di fagioli rossi). L'anpan può essere preparato anche con altre farciture, come i fagioli bianchi (shiro-an), il sesamo (goma-an) e le castagne (kuri-an).

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'anpan venne preparato per la prima volta nel 1875, durante il periodo Meiji da Yasubei Kimura, un samurai che aveva perso il suo lavoro a causa dell'aumento dell'esercito imperiale (composto dei militari di leva) e della dissoluzione del samurai come classe sociale. Durante l'epoca Meiji il Giappone stava diventando sempre più occidentalizzato, e a molti samurai che avevano perso il lavoro venivano dati mestieri totalmente nuovi per loro: il mestiere occidentale del panettiere era uno di questi.

Dopo aver osservato le tecniche di produzione del pane a Yokohama Yasubei Kimura fondò a Tōkyō un panificio chiamato Bun'eidō (文英堂?). Nel 1874 si trasferì a Ginza e rinominò il panificio Kimuraya (木村屋?). A quel tempo l'unica ricetta per il pane conosciuta in Giappone era quella di un impasto molto salato e acido, che mal si adeguava ai gusti del giapponese medio; così Yasubei volle creare un pane che fosse più adatto ai gusti dei giapponesi, seguendo il procedimento dei manjū. Poi riempì il panino con una pasta di fagioli azuki e lo vendette come snack. L'anpan divenne molto popolare, non solo per il suo sapore, ma anche perché i giapponesi erano interessati a tutto ciò che era nuovo e straniero.

Più tardi Takayuki Yamaoka, un ciambellano dell'imperatore Meiji che amava gli anpan, chiese ai Tokugawa, i governanti del Giappone prima del periodo Meiji, di presentare gli anpan all'imperatore quando gli avessero fatto visita. Così i Tokugawa chiesero a Yasubei di prepararne alcuni per l'imperatore. Il 4 aprile 1875 i sakura anpan (桜餡パン?) creati da Yasubei (decorati con un fiore di ciliegio al centro) vennero presentati all'imperatore che ne fu così colpito da ordinare che gli venissero serviti giornalmente e, a causa della diceria che l'imperatore mangiava gli anpan, la popolarità del pane, soprattutto anpan, iniziò a diffondersi in tutto il paese.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]