Another Music in a Different Kitchen

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Another Music in a Different Kitchen
Artista Buzzcocks
Tipo album Studio
Pubblicazione 3 marzo 1978
Durata 44 min. : 24 s.
Genere Pop punk
Punk rock
Etichetta United Artists
Produttore Martin Rushent
Buzzcocks - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1978)

Another Music in a Different Kitchen è il primo album della punk band Buzzcocks. Ebbe un discreto successo, tanto che il primo singolo estratto, I Don't Mind, raggiunse la 55ª posizione nelle classifica inglese.
L'album rappresenta il consueto mix di sonorità punk rock con influenze pop che resero famosa la band inglese e che vennero in seguito catalogati con il nome di pop punk (genere di cui i Buzzococks sono tra i fondatori).

Alla fine di Moving Away from the Pulsebeat è presente una ghost track: si tratta di una versione alternativa dell'introduzione di Fast Cars seguito da alcuni «tuu, tuu, tuu..» che ricordano molto il suono di un telefono.

Tracce[modifica | modifica sorgente]

I nomi tra parentesi rappresentano gli autori del brano.

  1. Fast Cars (Devoto, Diggle, Shelley) - 2:26
  2. No Reply (Shelley) - 2:16
  3. You Tear Me Up (Devoto, Shelley) - 2:27
  4. Get on Your Own (Shelley) - 2:26
  5. Love Battery (Devoto, Shelley) - 2:09
  6. Sixteen (Shelley) - 3:38
  7. I Don't Mind (Shelley) - 2:18
  8. Fiction Romance (Shelley) - 4:27
  9. Autonomy (Diggle) - 3:43
  10. I Need (Diggle, Shelley) - 2:43
  11. Moving Away from the Pulsebeat (Shelley) - 7:06
  1. Orgasm Addict (Devoto, Shelley) - 2:01
  2. Whatever Happened to...? (Dial, Shelley) - 2:14
  3. What Do I Get? (Shelley) - 2:55
  4. Oh Shit (Shelley) - 1:35

Formazione[modifica | modifica sorgente]

Punk Portale Punk: accedi alle voci di Wikipedia che parlano di musica punk