Annotazione (Java)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

In programmazione, una annotazione Java è un modo per aggiungere metadati nel codice sorgente Java che possono essere disponibili al programmatore durante l'esecuzione. Molte volte è usata come alternativa alla tecnologia XML.

Le annotazioni Java possono essere aggiunte agli elementi del programma quali classi, metodi, campi, parametri, variabili locali, e pacchetti. A differenza dei tag aggiunti dalla documentazione Java e processati da tool come XDoclet, le annotazioni Java sono completamente accessibili dal programmatore mentre il software è in esecuzione usando la riflessione.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Le annotazioni Java sono state introdotte dal Java Community Process come JSR-175 nel 2002 e approvate nel settembre 2004. Le annotazioni sono divenute disponibili con il Java Development Kit (JDK) versione 1.5. Questa caratteristica è stata aggiunta al linguaggio Java attraverso le specifiche.

Elaborazione[modifica | modifica sorgente]

Quando il codice Java viene compilato, il compilatore Java immagazzina i metadati delle annotazioni nei file .class. In seguito, la Java Virtual Machine (JVM) o altri programmi possono guardare i metadati per determinare come interagire con gli elementi del programma o cambiare il loro comportamento.

Sintassi[modifica | modifica sorgente]

La dichiarazione di un'annotazione è una variante dei tag che sono stati aggiunti, in passato, per commentare le sezioni.

Le annotazioni prendono la forma di una dichiarazione di interfaccia con un @ che le precede e opzionalmente marcate con una meta-annotazione, come mostrato sotto:

  @Retention(RetentionPolicy.RUNTIME)
  @Target({ElementType.METHOD})

Nell'esempio sia Retention che Target sono esempi di meta annotazioni e indicano che l'annotazione si ricava a runtime e che può essere applicata solo a metodi.

Vantaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Programmazione dichiarativa. Le annotazioni permettono ai programmatori di esprimere in forma dichiarativa alcune caratteristiche del comportamento che il programma (o meglio, i moduli che lo compongono) dovrà assumere a tempo di esecuzione.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Informatica