Fata di bambole

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Anne of Green Gables (film 1919))
Fata di bambole
Mary Miles Minter Anne of Green Gables 2 Film Daily 1919.png
Titolo originale Anne of Green Gables
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti
Anno 1919
Durata 60 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.37:1
Genere commedia, Dramma
Regia William Desmond Taylor
Soggetto dal romanzo di Lucy Maud Montgomery

Jean Webster

Sceneggiatura Frances Marion
Casa di produzione Realart Pictures Corporation
Fotografia Hal Young
Scenografia Charles O. Seessel (con il nome Charles Osborne Seessel)
Interpreti e personaggi

Fata di bambole (Anne of Green Gables) è un film muto del 1919, diretto da William Desmond Taylor e prodotto dalla Realart Pictures. Il film si basa sui romanzi Anne of Green Gables, Anne of Avonlea, Chronicles of Avonlea e Anne of the Island della scrittrice canadese Lucy Maud Montgomery.

Si ritiene che non sia rimasta nessuna delle sei copie originali di questo film, che pertanto è considerato perduto.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

I due anziani fratelli Marilla e Matthew Cuthbert adottano Anne Shirley, una bambina rimasta orfana che da quel momento vivrà nella loro fattoria chiamata Green Gables. All'inizio Marilla fa fatica a comprendere il carattere vivace di Anne, ma lentamente la bambina entrerà nella famiglia e sarà amata dai due fratelli come una figlia.

La storia si dipana attraverso le numerose avventure che accompagneranno Anne nel corso degli anni, da bambina fino alla maggiore età. Dopo la laurea Anne diventerà l'insegnante di Avonlea e i soldi guadagnati permetteranno di pagare l'operazione che ridarà la vista a Marilla che aveva ormai perduto per una malattia. Il film termina con il matrimonio tra Anne e il suo innamorato Gilbert Blythe.

Osservazioni[modifica | modifica wikitesto]

Mary Miles Minter

Il film è tratto da quattro romanzi della scrittrice canadese Lucy Maud Montgomery: Anne of Green Gables, Anne of Avonlea, Anne of the Island e Chronicles of Avonlea; i primi tre fanno direttamente parte della "saga" di Anna dai capelli rossi. A seguito delle indagini eseguite per la morte in circostanze misteriose e mai chiarite del regista William Desmond Taylor avvenuta nel 1922, venne scoperto il rapporto intimo tra il regista e la giovane attrice Mary Miles Minter, che destò grandissimo scandalo soprattutto per la differenza di età fra i due. In quel frangente, numerosi film diretti da Taylor vennero distrutti, tra cui le sei copie di Fata di bambole. Il film a tutt'oggi si presume quindi "perduto" anche se il ritrovamento nel 2001 di due grandi locandine di Fata di bambole che erano state nascoste per anni sotto un tappeto in una casa di una cittadina del Michigan[1], fa sperare che almeno una copia del film sia sopravvissuta e che possa essere un giorno ritrovata[2].

Nel 1934 la RKO ha prodotto un remake del film, noto in Italia col titolo La figlia di nessuno, diretto da George Nicholls, Jr. e con l'attrice Anne Shirley[3]. come protagonista. Nel 1940 è stato prodotto il seguito, "Anne of Windy Poplars", tratto dal romanzo omonimo di Lucy Maud Montgomery, diretto da Jack Hively e interpretato sempre da Anne Shirley.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Venne distribuito in Italia nel 1923.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Come riferito dall'Archivio Nazionale Canadese che ne è attualmente in possesso.
  2. ^ (EN) Anne of Green Gables (1912), An L.M. Montgomery Resource Page, 29-01-2009. URL consultato il 05-09-2009.
  3. ^ Il vero nome dell'attrice era Dawn O'Day, ma dopo questo film cambiò definitivamente il proprio nome d'arte in Anne Shirley.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema