Anisaldeide

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anisaldeide
para-anisaldeide
Nome IUPAC
4-metossibenzaldeide
Nomi alternativi
para-metossibenzaldeide, para-anisaldeide
Caratteristiche generali
Formula bruta o molecolare C8H8O2
Massa molecolare (u) 136.15
Aspetto liquido incolore
Numero CAS [123-11-5]
PubChem 31244
Proprietà chimico-fisiche
Densità (g/cm3, in c.s.) 1.119 a 15 °C
Temperatura di fusione 0°C (273.15 K)
Temperatura di ebollizione 248°C (521.15 K)
Indicazioni di sicurezza
Flash point 108°C (381 K)
Simboli di rischio chimico
tossico a lungo termine
Frasi H 302
Consigli P 264, 270, 301+312, 330, 501

L’anisaldeide[1] è un composto organico che consiste in un anello benzenico sostituito con un metossile e un gruppo aldeidico. È un liquido limpido e incolore con un forte odore. Esiste nelle forme orto, meta e para;[2] il termine anisaldeide corrisponde solitamente all’isomero para. È presente nell’anice, da cui prende il nome, ed è strutturalmente simile alla vanillina. È utilizzata come intermedio nella sintesi di altri importanti composti farmaceutici e aromatizzanti, in particolare sotto forma di orto-anisaldeide, caratterizzata da un aroma di liquirizia.

Un reattivo a base di para-anisaldeide è frequentemente usato come agente rivelatore per cromatografia su strato sottile. La ricetta per la sua preparazione prevede l'utilizzo di 1.5 mL di p-anisaldeide, 2 mL di acido solforico e 1 mL di acido acetico in 37 mL di etanolo; dopo l’eluizione, la lastrina deve essere immersa nella miscela e successivamente scaldata. Questo reattivo è particolarmente utile perché conferisce colore diverso alle diverse macchie sulla lastrina, permettendone una più facile distinzione.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Merck Index, 11th Edition, 693
  2. ^ Posizioni orto, meta e para
chimica Portale Chimica: il portale della scienza della composizione, delle proprietà e delle trasformazioni della materia