Anime perse

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Anime perse
Paese di produzione Italia
Anno 2006
Durata 90 min
Colore colore
Audio sonoro Dolby SD
Genere Horror / Drammatico / W.I.P.
Regia Bruno Mattei
Sceneggiatura Antonio Tentori
Montaggio Daniele Campelli
Scenografia Claudio Cosentino
Interpreti e personaggi

Anime perse (conosciuto anche come The Jail - L'inferno delle donne) è un film direct-to-video diretto da Bruno Mattei nel 2006.

La particolarità di questo lungometraggio è il suo genere. Va infatti a ripescare un sottogenere cinematografico caduto in disuso fin dagli anni settanta e che in Italia ebbe enormi problemi con le censure. Si tratta del cosiddetto Women in prison, abbreviato in WIP. Appartengono a questo genere le pellicole nelle quali vengono raccontate le vicende di alcune donne, imprigionate e sottoposte a torture fisiche.

Il film è prodotto da Gianni Paolucci (La perla nera films) e, nonostante la troupe e il regista Mattei fossero italiani, il film è stato ugualmente girato in un paese estero. Girare in Italia avrebbe infatti comportato costi superiori. Tutto ciò succedeva anche con le pellicole di genere negli anni settanta di cui regista romano Bruno Mattei era un valido esponente.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Le protagoniste di questo film, Jennifer, Carol e Lisa, vengono trasportate su un'isola in catene. Hanno commesso gravi crimini e perciò vengono mandate a scontare la loro pena in un carcere femminile chiamato La casa delle anime perse. Qui le violenze contro le detenute sono all'ordine del giorno per volere della violentissima direttrice (Odette Khan). Le tre ragazze tentano così un piano di evasione da quell'inferno.

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Come tutti i tre ultimi film del regista, anche questo è stato girato in lingua inglese nelle Filippine, con attori occidentali.
  • In Italia, il film non ha ancora avuto un'edizione in DVD e rimane perciò inedito. Ad oggi non è ancora chiaro se questo film (come gli altri due finali di Mattei) sarà mai edito da qualche distributore per il mercato Home video.
  • Dal 2 febbraio 2010 il film è uscito per la prima volta in DVD per il mercato della Repubblica Ceca con il titolo ŽENSKÁ VĚZNICE, per l'etichetta Vapet Production. La visione è vietata ai minori a causa dell'elevato tasso di violenza.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema