Animal Crossing: Let's Go to the City

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Animal Crossing: Let's Go to the City
Animwii.jpg
Cover Europea del gioco
Sviluppo Nintendo EAD
Pubblicazione Nintendo
Ideazione Katsuia Eguchi
Data di pubblicazione Giappone 1º novembre 2008
Stati Uniti 16 novembre 2008
Europa 5 dicembre 2008
Genere Simulatore di vita
Piattaforma Wii
Supporto 1 × Disco ottico Wii
Fascia di età CERO: A
ESRB: E
GRB: All
PEGI: 3
USK: 0
Periferiche di input Wii Remote, Nunchuk, WiiSpeak, tastiera USB, Nintendo DS

Animal Crossing: Let’s Go to the City (街へいこうよ どうぶつの森?), conosciuto in America come Animal Crossing: City Folk, è il terzo titolo della saga di Animal Crossing, pubblicato su Wii e sviluppato dalla Nintendo EAD. Il gioco è stato ufficialmente annunciato il 15 luglio 2008 all'E3 durante la conferenza della Nintendo. Utilizza sia la Nintendo Wi-Fi Connection, che la WiiConnect24, e trae ambientazioni e personaggi dai precedenti capitoli della saga, con l'aggiunta della grande città e di nuovi obiettivi e personaggi ed ha raggiunto i milioni di vendite.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

All'inizio del gioco vi presenterete a Girolamo, una guida turistica che, su un bus che vi condurrà nel villaggio in cui vi state trasferendo, vi farà delle domande per conoscervi e scegliere il nome del vostro personaggio e della vostra città. Giunti a destinazione il gioco comincerà a farvi ambientare con il municipio, con gli abitanti del villaggio e con Tom Nook, il negoziante della città nonché proprietario della vostra nuova casa. Il gioco seguirà poi il corso delle vostre scelte e decisioni e muterà insieme a quelle.

Gameplay[modifica | modifica wikitesto]

I giocatori hanno la possibilità di trasferire i propri personaggi dal gioco per Nintendo DS Animal Crossing: Wild World, esclusi però gli oggetti. Let’s Go to the City è anche il primo gioco per Wii a sfruttare la periferica WiiSpeak, un microfono che permette ai giocatori di parlare tra di loro in tempo reale durante le loro scorribande online.

Per la prima volta, i personaggi possono uscire dal loro villaggio e visitare una città urbana più grande. Per accedervi è necessario prendere l'autobus. Nella grande città è possibile visitare le case di altri giocatori per valutarle, partecipare ad aste, cambiare pettinatura nel salone di Bigodina, assistere a spettacoli e tanto altro. Inoltre, per abbellire il proprio look, è possibile utilizzare una maschera con le sembianze dei propri Mii. Durante ogni momento del gioco è inoltre possibile scattare delle foto, che possono essere in seguito salvate su una Scheda SD, nel formato JPEG.

Il gioco fa un ampio uso delle funzionalità offerte dalla Nintendo Wi-Fi Connection. Let's Go to the City utilizza la periferica WiiSpeak per permettere ai giocatori di comunicare vocalmente tra di loro durante le sessioni di gioco online. Inoltre, i giocatori possono comunicare tra di loro scrivendo messaggi in tempo reale con una Tastiera USB, oppure inviando messaggi ad altre console, ad indirizzi e-mail o a telefoni cellulari. Tramite internet, sarà inoltre possibile scaricare contenuti aggiuntivi, come mobili e oggetti, che verranno aggiornati spesso.


Calendario[modifica | modifica wikitesto]

"Animal Crossing: Let's go to the city" (come negli altri capitoli) segue il calendario e l'orologio; quindi sa quand'è mattina, quand'è sera, sa che stagione è e segue anche le feste; infatti ha uno specifico calendario con le festività ricorrenti nei vari mesi; come la Pasqua, il Natale, Capodanno, Halloween, Carnevale, Ferragosto... e molte altre; inoltre alcune feste sono festeggiate solo in alcuni paesi, a seconda delle rispettive tradizioni; come il "Groundhog Day" o l' "Explorer's Day".

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista del 2006, Katsuya Eguchi, leader del team di sviluppo di Animal Crossing, disse "il giocatore potrebbe spedire una lettera dal proprio cellulare o dal PC verso il Wii, e il giocatore di Animal Crossing a sua volta la riceverebbe nella propria città."[1][2] Il team di sviluppo del gioco si concentrò principalmente sulle funzionalità esclusive del WiiConnect 24.

Recensioni[modifica | modifica wikitesto]

Recensioni
Rivista o sito Punteggio
1UP C
Cheat Code Central 4.4 su 5
IGN.com 7.5 su 10
Famitsu 33 su 40
Nintendo Power 8.5 su 10
Compilations di recensioni
Game Rankings 72 su 100

Il gioco ha ricevuto un punteggio di 33 su 40 dalla rivista giapponese Famitsu.[3], che aveva assegnato un punteggio di 37 su 40 ad entrambi i titoli precedenti. La rivista di videogiochi Nintendo Power ha dato il punteggio di 8.5, affermando che il gioco è troppo simile a Wild World. Il sito Cheat Code Central ha dato un punteggio di 4.4 su 5 al gioco, lodando la grafica nitida e pulita e la longevità, ma criticando la poca innovazione.[4] IGN.com ha espresso pareri simili, dando un punteggio di 7.5 su 10 al gioco[5], così come il sito 1UP, che ha dato al gioco una C, sottolineando la mancata occasione di migliorare la meccanica della serie.[6] Attualmente il gioco ha un punteggio complessivo di 72 su 100 sul sito Game Rankings, basato su dodici recensioni esterne.[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Nintendo exec talks Animal Crossing Wii and peripherals, Pro-G. URL consultato il 1 aprile 2007.
  2. ^ Matt Casamassina, Interview: Wii Sports, IGN, 18 maggio 2006. URL consultato il 19 maggio 2006.
  3. ^ Famitsu Scores Archive
  4. ^ Animal Crossing: City Folk Review.
  5. ^ IGN: City Folk review.
  6. ^ 1up: City Folk review.
  7. ^ Animal Crossing: Let's Go to the City su Game Rankings.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1] Guida completa di animal crossing


videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi