Aniksosaurus darwini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Aniksosaurus
Stato di conservazione: Fossile
Immagine di Aniksosaurus darwini mancante
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Superordine Dinosauria
Ordine Saurischia
Sottordine Theropoda
Infraordine Coelurosauria
Genere Aniksosaurus
Specie A. darwini
Nomenclatura binomiale
A. darwini
Martinez & Novas[1], 2006

L’aniksosauro (Aniksosaurus darwini) è un dinosauro carnivoro appartenente ai celurosauri. Visse nel Cretaceo superiore (Cenomaniano/Turoniano, circa 95 milioni di anni fa) e i suoi resti fossili sono stati ritrovati in Argentina.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome del genere, Aniksosaurus, significa "lucertola della primavera", in riferimento al periodo dell’anno in cui furono trovati i fossili, cioè il 21 settembre, data di inizio della primavera nell'emisfero australe. L'epiteto della specie, A. darwini, è stato dato in onore di Charles Darwin che aveva visitato la Patagonia nel 1832-33 durante il suo viaggio intorno al mondo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questo dinosauro è noto per cinque esemplari incompleti, rinvenuti in un solo “letto d’ossa” in cui non sono stati ritrovati altri animali fossili. I reperti includono ossa delle zampe anteriori e posteriori, alcune vertebre e ossa iliache. Da questi fossili e dalla comparazione con i fossili di dinosauri simili, i paleontologi sono stati in grado di ricostruire un dinosauro carnivoro lungo un paio di metri e alto circa 70 centimetri, dalla costituzione insolitamente robusta che lo portava a pesare attorno ai 120 kg. Le zampe posteriori erano snelle ma forti.

Classificazione[modifica | modifica wikitesto]

I resti di Aniksosaurus furono ritrovati negli anni ’90 nella formazione Bajo Barreal,[2] in Patagonia (Argentina), e vennero descritti solo nel 2006 da Martinez e Novas.[1]Aniksosaurus è considerato un rappresentante primitivo dei celurosauri nonostante la tarda apparizione nel Cretaceo avanzato; si pensa fosse più evoluto di Ornitholestes, Compsognathus e Coelurus, ma meno specializzato dei tirannosauroidi e di Oviraptor.

Stile di vita[modifica | modifica wikitesto]

È possibile che questo animale adottasse un comportamento gregario, visto il numero di esemplari conservatisi insieme. I fossili, curiosamente, furono trovati in materia vulcanica, ovvero si conservarono in un letto di cenere; evidentemente un vulcano nelle vicinanze stava eruttando quando gli animali morirono.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Martínez, R.D., and Novas, F.E. (2006). Aniksosaurus darwini gen. et sp. nov., a new coelurosaurian theropod from the early Late Cretaceous of central Patagonia, Argentina. Revista del Museo Argentino de Ciencias Naturales, n.s. 8(2): 243-259.
  2. ^ "63.2 Provincia de Chubut, Argentina; 2. Bajo Barreal Formation," in Weishampel, et al. (2004). Page 602.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Martínez, R.D., and Novas, F.E. (2006).

" Aniksosaurus darwini gen. et sp. nov., a new coelurosaurian theropod from the early Late Cretaceous of central Patagonia, Argentina." Revista del Museo Argentino de Ciencias Naturales, n.s. 8(2): 243-259.

dinosauri Portale Dinosauri: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di dinosauri