Anicio Fausto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Anicio Fausto (in latino: Anicius Faustus; floruit 298-300; ... – ...) fu un politico dell'Impero romano.

Prima del 298 fu console suffetto, in quanto il consolato del 298 fu il suo secondo. Tra il 299 e il 1º marzo 300 fu praefectus urbi.

Fu forse figlio di Sesto Cocceio Anicio Fausto Paolino, e forse va identificato con (o era fratello di) Sesto Anicio Fausto Paoliniano; potrebbe essere stato il padre di Amnio Anicio Giuliano e Sesto Anicio Paolino.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Jones.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore
Imperatore Cesare Marco Aurelio Valerio Massimiano Augusto V,
Gaio Galerio Valerio Massimiano Cesare II
Console romano
298
con Virio Gallo
Successore
Imperatore Cesare Gaio Aurelio Valerio Diocleziano Augusto VII,
Imperatore Cesare Marco Aurelio Valerio Massimiano Augusto VI
Predecessore
Artorio Massimo
Praefectus urbi
299 - 1º marzo 300
Successore
Pompeio Appio Faustino